Quantcast

Gli alunni dell’ITT Chimirri incontrano «Città solidale» per riflettere sulla pandemia

Tanti i progetti avviati grazie alla sinergia tra enti

Si è svolta in modalità on line la conferenza per la presentazione del libro “Le riflessioni ai tempi del Covid” pubblicato da Città Solidale, che è stata rappresentata per l’occasione da Maurizio Chiaravalloti , educatore e coordinatore  SAI “Catanzaro Minori”, e Roberta Critelli, pedagogista e responsabile dell’Area Comunicazione.

La conferenza è stata organizzata dalle professoresse Antonella Pugliese e Anna Minnicelli ,referenti del Progetto Welcome rivolto  agli studenti stranieri della scuola, ed ha visto la partecipazione delle classi 1 D dell’indirizzo Biotecnologie sanitarie, 5A dell’indirizzo Moda e del primo periodo del Percorso d’istruzione degli adulti, che è stato attivato a partire dall’anno scolastico in corso. Le rispettive docenti d’italiano le  professoresse Rossella Mulè, Giuliana Roperti ed Emanuela Guzzo hanno preparato i loro alunni alla conferenza, affrontando la lettura del testo in classe e stimolandoli alla riflessione.

La conferenza è stata caratterizzata dalle significative testimonianze degli operatori  sull’esperienza del Covid all’interno delle comunità e dall’intensa partecipazione degli alunni , adolescenti ed adulti, che hanno esternato i loro pensieri,  le loro ansie e paure attraverso la formulazione di domande e la lettura di riflessioni personali. Le  alunne della prima D Angela Corapi, Giulia Belvedere, Scicchitano, Caroleo e Giampà; le alunne della 5 A Francesca Spatafora, Valentina Mauro, Teresa Arabia, Francesca Ermini e Martina Saporito; le studentesse  del corso serale (presenti malgrado gli impegni lavorativi),  la signora Gina Pellicanò e Simona Pedullà, la quale  ha scritto un  bel componimento poetico ispirato al tema trattato.

Dall’inizio della pandemia la scuola ha sempre cercato, infatti, di sostenere in maniera particolare  gli alunni dal punto di vista psicologico e non solo didattico, tenendo conto delle specificità dei bisogni di ognuno di loro. Il dialogo con Città Solidale, fortemente sostenuto dal dirigente Roberto Caroleo, testimonia d’altronde quanto l’inclusione sia da sempre una delle fondamenta di questo  istituto, che presenta una ricca   varietà di progetti sempre più innovativi (il progetto di attività assistita con gli animali, il progetto “Ortocultura a scuola” che si basa sull’idea di una didattica inclusiva e all’aperto, il gìà menzionato progetto per gli alunni stranieri, solo per citarne alcuni). Ogni  progetto  cerca di attenzionare in maniera sempre più specifica le varie esigenze degli alunni con bisogni educativi speciali che frequentano la scuola.