Quantcast

Collegamenti con le ferrovie per l’estate, Riccio suona la sveglia al Comune

"Bisognerebbe non lasciarsi sfuggire le tante risorse messe a bando a livello nazionale per la mobilità sostenibile"

“E’ notizia degli scorsi giorni la richiesta, inviata a Ferrovie della Calabria tramite una lettera ufficiale, per l’attivazione del collegamento su gomma tra la Sila e la costa ionica catanzarese. A firmarla i vertici del Parco Nazionale della Sila, i sindaci di Soverato e Taverna, insieme alla Camera di commercio, che propongono la creazione di itinerari diretti tra Villaggio Mancuso e Soverato con corse periodiche andata/ritorno per la stagione estiva al fine di mettere in moto flussi turistici tra mare e montagna e promuovere il territorio”.

Inizia cosi la nota del consigliere comunale Eugenio Riccio il quale aggiunge: “Niente di rivoluzionario, sono idee che a Catanzaro si sperimentavano già decenni fa quando le cose non sembravano così complicate, anche grazie alle disponibilità economiche che erano ben diverse. Però, mi chiedo, come mai in questa proposta la città Capoluogo non è proprio menzionata? Le amministrazioni comunale e provinciale non sono state coinvolte, oppure si sono mostrate del tutto disinteressate? Comunque sia andata, è impensabile che Catanzaro non possa e non debba rappresentare il fulcro centrale di un’iniziativa di promozione e di sviluppo turistico del territorio provinciale. L’auspicio è, quindi, che anche dalle nostre amministrazioni possano arrivare proposte e progetti dello stesso genere, per facilitare l’arrivo in città dei turisti e, magari, dare la possibilità di usufruire del servizio alle categorie meno abbienti. In questo senso, bisognerebbe non lasciarsi sfuggire le tante risorse messe a bando a livello nazionale per la mobilità sostenibile, tra bus, trenini e bici elettriche. Un impegno che a Catanzaro rimane piuttosto frammentato, serve una volontà politica chiara per professarsi realmente “smart city”.