Quantcast

Pratora di Tiriolo, dove sorgerà la chiesa si è svolto l’insediamento di don Antonio foto

Il vescovo ha poi piantato una croce come segno di benedizione del terreno e una famiglia un roseto in ricordo di S. Rita

Sabato scorso a Pratora di Tiriolo nella messa vespertina della Solennità di Pentecoste, alla presenza del vescovo di Lamezia Terme Mons. Giuseppe Schillaci si è vissuto l’insediamento del nuovo parroco don Antonio Pascale, già amministratore parrocchiale da ottobre 2019 e la benedizione del terreno sul quale sorgerà un nuovo complesso parrocchiale.

Il terreno è collocato al centro del fondo di proprietà della famiglia Mercuri – Megali. Fu la Signora Maria Laura Megali a vendere al comune di Tiriolo ad un prezzo simbolico questa particella perché li sorgesse una nuova chiesa per pratora. Questo desiderio oggi ha trovato accoglienza grazie alla generosità della famiglia Raffaele Nisticò e Maria Teresa Desta che hanno offerto l’intera somma finalizzata all’acquisto del terreno e a tutta la comunità che con entusiasmo si è prodigata per vivere un momento di festa e di fraternità. Il vescovo ha poi piantato una croce come segno di benedizione del terreno e una famiglia un roseto in ricordo di S. Rita. L’idea di una nuova Chiesa non è solo per esigenze strutturali ma soprattutto quella di creare uno spazio di crescita umana e cristiana dove poter coltivare i valori autentici che tutti uniscono senza distinzioni o pregiudizi