Quantcast

“Gay, gay, frocio…”, imbrattata la macchina di Davide Sgrò

"Sono amareggiato e non so cosa pensare", ha dichiarato il giovane che ha già sporto denuncia alle autorità

“Gay, Gay, frocio…”, sono queste le offese a sfondo omofobo che, questa mattina, Davide Sgrò ha trovato impresse con vernice spray nera sulla sua autovettura parcheggiata sotto casa, in un quartiere a Sud della città di Catanzaro, e per le quali ha già provveduto a sporre denuncia alle autorità competenti. Tre scritte chiare quelle  trovate rispettivamente sulle due fiancate e i fanali della macchina, che lasciano poco spazio alle interpretazioni.

Davide, catanzarese attivista Lgbt, si è spesso pronunciato in merito alla difesa dei diritti delle persone omosessuali, raccontando alla stampa il suo vissuto, non nascondendo di essere stato vittima di omofobia da ragazzino e di aver denunciato, nell’ultimo periodo, anche alcune minacce ricevute sui social.

A queste, oggi, si aggiunge il nuovo atto vandalico: “Non so cosa dire – ha dichiarato il giovane, contattato dalla nostra redazione – sono amareggiato e non so più cosa pensare. Sono stanco di queste persone. In passato sono stato già vittima di atti analoghi e li ho prontamente denunciati, proprio come ho provveduto a fare oggi. In questo delicato momento mi sento in dovere di ringraziare l’avvocato Montesano – ha aggiunto –  che mi segue e mi sostiene sempre con grande professionalità.”

Davide, che non ha mai nascosto il suo orientamento sessuale esprimendo sempre il suo dispiacere nei confronti di atti denigratori, nei giorni scorsi, era anche intervenuto pubblicamente per esprimere il suo pensiero in merito ad alcune dichiarazioni fatte dal Presidente della Regione Calabria.