Quantcast

Maida, ok della Giunta allo studio di fattibilità tecnica ed economica per lavori di recupero della rete idrica e fognaria

Nella stessa seduta di giunta è inoltre stato approvato il progetto definitivo relativo all’intervento di recupero dell’officiosità idraulica del torrente Cottola e del rinforzo delle difese idrauliche dello stesso corso

Via libera della Giunta comunale di Maida allo studio di fattibilità tecnica ed economica per lavori di recupero della rete idrica e fognaria. Continua, infatti, l’impegno dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Paone per intervenire, potenziare e migliorare il collettamento fognario sull’intero territorio comunale e l’efficientamento della rete idrica nel centro storico di Maida, rete idrica che risulta in ampi tratti obsoleta e che necessita di interventi urgenti.

“Il Comune di Maida grazie al continuo impegno dell’amministrazione comunale risulta inserita nel programma regionale negli interventi del settore della depurazione e presente nell’ultimo incontro tenuto presso la cittadella regionale dall’assessore all’ambiente Sergio De Caprio che, in quell’occasione, ha comunicato a tutti gli enti presenti nel programma la possibilità di avanzare, laddove ne ricorrano i presupposti, cioè la necessità di collettare, realizzare o migliorare il sistema fognario depurativo, un progetto di fattibilità tecnico ed economica per la richiesta di ulteriori fondi – si legge in una nota dell’Amministrazione comunale guidata da Paone -. Grazie all’impegno dell’ufficio tecnico e del funzionario Francescantonio Michienzi, l’Ente comunale ha provveduto ad individuare tutti i punti all’interno dell’intero territorio comunale meritevoli di attenzione. Da Maida capoluogo, a Vena, a contrada Carrà”.

“Questo lavoro segue quanto questa amministrazione comunale sta mettendo in atto per la contrada di Balzano. Un finanziamento regionale ottenuto di 290.000 euro, con i lavori già avviati e che consentiranno a breve di collettare e fornire di impianto di depurazione l’intera contrada – spiega ancora in una nota l’Amministrazione comunale -. Lo studio di fattibilità presentato per avanzare richiesta di finanziamento è distinto in tre lotti e riguarda il ri-efficientamento e recupero della rete idrica e fognaria del centro storico di Maida, la realizzazione di un tratto fognario di Vena e collettamento della zona attorno al campo sportivo, realizzazione rete loc. Carrà e alcuni tratti di Maida capoluogo”.

La progettazione di fattibilità unendo i vari lotti ha un valore complessivo totale di euro 1.384.938,14.

Nella stessa seduta di giunta è inoltre stato approvato il progetto definitivo relativo all’intervento di recupero dell’officiosità idraulica del torrente Cottola e del rinforzo delle difese idrauliche dello stesso corso, con contestuale autorizzazione di richiesta di contributo alla Regione Calabria.

L’obiettivo è quello di recuperare su un settore che nel nostro territorio è stato per troppi decenni trascurato. Il potenziamento della rete idrica e fognaria e il collettamento di alcune aree è un obiettivo che l’amministrazione comunale ha come prioritario, ma che di fatto diventa impossibile realizzare se non attraverso fondi regionali. Per questo che va apprezzata e incoraggiata l’iniziativa dell’assessore regionale De Caprio che va nella direzione di sostenere i comuni per intervenire su settori delicati e che riguardano servizi fondamentali per i cittadini.