Quantcast

Open Day studenti: «Il vaccino per gli esami e per un’estate in sicurezza»

Accesso senza prenotazioni prolungato fino al prossimo 9 giugno per gli studenti che devono affrontare gli esami di maturità e di terza media. Anche questa mattina grande affluenza all'hub dell’ente fiera

«Ho fatto il vaccino ed ora sono un po’ più sollevata nella speranza che si possa presto tornare alla normalità». Poter partecipare agli esami di maturità in sicurezza, ma soprattutto tornare alla socialità senza troppe preoccupazioni e godersi le vacanze estive insieme agli amici. Sono queste le motivazioni che hanno spinto migliaia di ragazzi ad aderire all’open day per la vaccinazione dei maturandi e dei docenti in commissione d’esame che è stato prolungato fino a mercoledì 9 giugno. 

vaccinazioni maturità

Per poter ricevere la dose di vaccino non è necessario prenotarsi alla piattaforma dedicata, ma presentarsi all’hub vaccinale muniti di un modello di autocertificazione che attesti la proprio condizione, firmata dai genitori in caso di minore, e la copia di un documento di identità allegato.

I ragazzi sono ‘reduci’ da un anno durissimo: tra lezioni in dad e un lockdown che ha limitato le possibilità di incontrare gli amici, andare al cinema, dedicarsi ad attività sportive, trascorrere la serata in un locale. La possibilità di ricevere il vaccino ha quindi il valore di un ritorno alla normalità e alla vita. 

«Quest’anno ho la maturità – ha affermato una ragazza -, ma non è solo per questo che ho deciso di fare il vaccino. Credo sia importante per tutelare la mia salute e tutti dovrebbero farlo. Quando ho saputo che le vaccinazioni erano aperte anche per noi sono stata contenta di non dover aspettare troppo tempo. Vorrei tornare presto a vivere la vita di prima abbattendo i muri che adesso ci separano».

Oltre 5mila i giovani calabresi che si sono già vaccinati 

Tra sabato e domenica sono stati oltre cinquemila i ragazzi nati nel 2002 e nel 2003 che si sono recati nei centri vaccinali calabresi per ricevere la prima dose del vaccino Pfizer e da oggi è anche il turno dei ragazzi della terza media.

Ad accompagnare gli studenti minorenni, le mamme ed i papà un po’ in ansia, ma allo stesso tempo sollevati dalla possibilità di poter vaccinare presto i propri figli anche in vista di una stagione estiva con meno restrizioni. «L’ansia c’è perché sentiamo tanti pareri discordanti – ha dichiarato una mamma -, ma abbiamo scelto il male minore e ci auguriamo che la campagna vaccinale sia risolutiva». 

Dello stesso parere anche un’altra mamma: «Sono contenta – ha detto – perché finalmente si inizia una nuova vita e potranno andare a scuola tranquillamente e magari fare anche un viaggetto».

«Noi in famiglia siamo stati sempre propensi a fare il vaccino – ha detto un’altra mamma – mio figlio deve fare gli esami di terza media a breve e quindi abbiamo approfittato della possibilità di farlo subito senza prenotazione. In vista dell’estate, poi, in cui i giovani magari tendono ad essere meno scrupolosi, è meglio tutelarli».