Quantcast

Il sindaco Abramo prospetta alla Capitaneria una soluzione per i pontili d’attracco

Si potrebbe allestire un terzo lotto in uno specchio d’acqua limitrofo. Apertura dell’Autorità marittima, rinnovata speranza tra i diportisti

Come già anticipato dalla nostra corrispondenza di ieri, si profila una via alternativa e aggiuntiva a quanto esplorato finora per assicurare un punto di attracco ai diportisti che hanno dovuto liberare i pontili del porto di Catanzaro sotto attenzione giudiziaria, penale e amministrativa, da mesi.

Accompagnato dai presidenti delle due Associazioni dei diportisti, Amici del Porto e Porto Sicuro, il sindaco Sergio Abramo si è recato negli uffici della Capitaneria di Porto per avanzare un’ipotesi operativa che, valutata e verificata attentamente sotto tutti gli aspetti normativi e ambientali, potrebbe salvare l’imminente stagione turistica e, nello stesso tempo, offrire una chance in più nel prosieguo del tempo. Abramo ha illustrato la possibilità di allestire, affidandoli a una terza parte non coinvolta nei procedimenti e nel contenzioso in essere, un altro lotto di pontili in uno specchio d’acqua diverso da quello attualmente occupato.

Da parte della Capitaneria, da quanto è trapelato, non c’è stata una netta chiusura come pure si era verificato in una prima prospettazione. Niente di definitivo o definito: tutti nell’Amministrazione, a iniziare dall’Assessore al Patrimonio Alessandra Lobello, mettono mani e braccia avanti per fronteggiare ventate di prematuro ottimismo, ma la strada è stata finalmente aperta e si farà di tutto per addivenire alla necessità dei diportisti che, naturalmente, va di pari passo con le opportunità economiche di un intero indotto commerciale e turistico.