Quantcast

Operazione Jonny, 62 condanne e 4 assoluzioni in appello

L’operazione fa riferimento all’indagine della Dda di Catanzaro riguardante le infiltrazioni della cosca Arena nel tessuto economico del Crotonese

Operazione Jonny, il capitolo in appello – con rito abbreviato – sentenzia quattro assoluzioni e 62 condanne di cui 23 rideterminazioni. L’operazione fa riferimento all’indagine della Dda di Catanzaro riguardante le infiltrazioni della cosca Arena nel tessuto economico del Crotonese.

Le accuse sono, in particolare, associazione di tipo mafioso, estorsione, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, malversazione ai danni dello stato, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e altri reati di natura fiscale, tutti aggravati dalla modalità mafiose.

Ammonta a 20 anni (in primo grado gli erano stati inflitti 17 anni e 4 mesi di reclusione) la condanna inflitta a Leonardo Sacco governatore della “Fraternità di Misericordia”; tramite quest’ultimo la cosca si sarebbe aggiudicata gli appalti indetti dalla Prefettura di Crotone per le forniture dei servizi di ristorazione nel centro di accoglienza di Isola di Capo Rizzuto e di Lampedusa, affidati a favore di imprese appositamente costituite dagli Arena e da altre famiglie di ‘ndrangheta per spartirsi i fondi destinati all’accoglienza dei migranti.

Le condanne

Condannati anche: Antonio Poerio, (40 anni), 12 anni e 8 mesi di reclusione; Angelo Muraca, 20 anni; Stefania Muraca, 3 anni di reclusione 1.200 euro di multa; Fernando Poerio, 20 anni; Silvia Muraca, 2 anni, un mese, dieci giorni e 1000 euro di multa; Mario Guareri, un anno, 8 mesi e 3.000 euro di multa; Santo Tipaldi, 12 anni di reclusione; Armando Abbruzzese 6 anni di carcere e 8.000 euro di multa, Salvatore Abbruzzo 12 anni di reclusione;  Antonio Francesco Arena, (30 anni) 11 anni  di reclusione;  Francesco Antonio Arena (41 anni), 8 anni e 4 mesi; Francesco Arena, (42enne) 11anni e 5 mesi; Francesco Antonio Arena, (55enne) 11 anni; Francesco Arena (60enne), 6 anni e 6.000 euro di multa;  Pasquale Arena, detto “nasca” (64enne), 19 anni e 8 mesi; Pasquale Arena  (29enne), 11 anni di carcere; Salvatore Arena, alias Ricchia (52 anni), 10 anni e 8 mesi;  Luciano Babbino, 12 anni di reclusione; Francesco Bruno, 12 anni di reclusione; Francesco Caiazzo, 6 mesi di reclusione; Leonardo Catarisano, detto Nando, 12 anni; Giuseppe Cosco, 6 anni Domenico Falcone, detto Mimmo, 12 anni; Salvatore Foschini, 11 anni e 4 mesi;  Antonio Giglio, 10 anni e 8 mesi; Nicolino Gioffrè, 13 anni e 4 mesi;  Francesco Gualtieri, 12 anni; Mario Ranieri, in primo grado 1 anno e assolto dal 416bis; Andrea Guarnieri, 8 anni; Vincenzo Lentini, 10 anni e 8 mesi; Giuseppe Lequoque, alias Peppe Cannuno, 14 anni di reclusione; Costantino Lionetti, 10 anni e 8 mesi; Luigi Miniaci, 12 anni e 8 mesi; Pasquale Morelli 4 anni di reclusione e 4mila euro di multa; Antonio Giuseppe Morrone, 2 anni di reclusione e 200 euro di multa;  Nicola Lentini, 8 anni e 8 mesi; Paolo Lentini, alias Pistola, 16 anni e 2 mesi; Rosario Lentini, alias Liborio,16 anni e 10 mesi; Francesco Martaridonna 2 anni di reclusione;  Paolo Muccillo, 2 anni e mille euro di multa;  Benito Muto 11 anni e 4 mesi; Domenico Nicoscia, (42enne),  10 anni e 8 mesi; Salvatore Nicoscia, 10 anni e 8 mesi; Fortunato Pirrò, alias Barzetta 11 anni di reclusione; Antonio Poerio, (50 anni) 20 anni di reclusione; Antonio Pompeo, 10 anni e 8 mesi; Giuseppe Pullano, 11 anni e 4 mesi;   Domenico Riillo, 14 anni; Francesco Romano, 13 anni e 6 mesi; Maria Grazia Scerbo, 1 anno e 4 mesi; Paolo Muccillo, 2 anni e mille euro di multa; Francesco Taverna, 11 anni, Roberto Valeo, alias killer, 8 anni di reclusione; Giuseppe Arena “tropeano”, 16 anni e 4 mesi; Giuseppe Arena, figlio di Pasquale Arena, detto Nasca, (35enne), 8 anni e 4 mesi di reclusione; Raffaele Di Gennaro, alias Lello, 13 anni e 6 mesi di carcere; Fiore Gentile, 11 anni ; Francesco Gentile, 15 anni e sei mesi; Tommaso Gentile, 13 anni e 4 mesi; Aldo Giordano, 6 anni; Aurelio Giordano, 6 anni; Lorenzo Giordano, 6 anni e Maurizio Greco, 12 anni.

Le assoluzioni

Confermate, invece, le assoluzioni di primo grado per Maria Morrone, Mario Manfredi, Francesco Aceto  e Domenico Mercurio.