Quantcast

Butta gli escrementi del proprio cane nei cartoni lasciati dai commercianti per la raccolta. Ripreso e denunciato dall’esercente

Gli addetti della Sieco a loro volta non hanno potuto ritirare i cartoni nei giorni stabiliti

Più informazioni su

    Inciviltà. C’è solo un modo per definire l’atteggiamento di chi, ignaro, incurante, sprezzante delle regole, decide che gli escrementi del cane che porta a passeggio, vadano sì raccolti, ma non buttati in appositi raccoglitori (che pur scarseggiano, ma questa non deve essere una scusa) ma nei cartoni lasciati dai commercianti per il ritiro negli appositi giorni. Accade dunque che gli addetti al servizio, arrivando e notando che quelli non sono solo cartoni, non prendano la spazzatura. Si forma così un circolo vizioso che un commerciante della zona nord di Catanzaro ha deciso di interrompere. Utilizzando le immagini delle telecamere del suo negozio ha ripreso la scena, con tanto di proprietario del cane e gesto incivile e ha sporto regolare denuncia. Quale sarà il risultato? Solo il tenpo potrà dirlo, di certo il conferimento errato dei rifiuti è punibile, ancor di più se il gesto costituisce una vera e propria offesa a terze persone. Inciviltà intanto è il bollino che merita chi lascia gli escrementi del proprio cane per strada o chi, come in questo caso, non si preoccupa del corretto conferimento degli stessi.

    Più informazioni su