Quantcast

Costanzo: A Catanzaro la pandemia è finita in anticipo?

Evidentemente la pensano così i commissari dell’Asp e gli ufficiali dell’esercito, se è vero che la tensostruttura allestita nel piazzale della Funicolare e destinata ai prelievi per i tamponi sarebbe sul punto di essere smantellata

A Catanzaro la pandemia è finita in anticipo? Evidentemente la pensano così i commissari dell’Asp e gli ufficiali dell’esercito, se è vero che la tensostruttura allestita nel piazzale della Funicolare e destinata ai prelievi per i tamponi sarebbe sul punto di essere smantellata. Eppure la struttura gestita da Asp ed Esercito ha avuto una funzione molto importante per il contenimento del Covid, consentendo a moltissima gente di eseguire in tutta sicurezza i tamponi, soprattutto per scuole e forze dell’ordine. Cosa è cambiato al punto da fare decidere l’interruzione del servizio? Ora che riapriranno le discoteche e rinizieranno la celebrazione dei matrimoni? E’ quanto si legge in una nota stampa di Sergio Costanzo. 
Mi auguro che il sindaco Abramo, che aveva salutato con entusiasmo l’installazione della tensostruttura, chieda conto all’Asp e all’esercito di quanto sta avvenendo e suggerisca che il servizio venga mantenuto almeno fino a settembre quando si presume l’epidemia davvero sarà stata debellata.