Quantcast

Maturità 2021, tra genitori in apprensione e studenti emozionati

I colloqui si affrontano con una bella ventata di ottimismo: l'auspicio è che la conclusione degli esami coincida con la fine della pandemia

(Nel video le dichiarazioni di due docenti Lorenzo Loré del Fermi e Maria Pugliese del Grimaldi Pacioli)

Generico giugno 2021

Genitori in apprensione fuori dai cancelli di scuola e maturandi pronti a sostenere il colloquio orale pieni di emozione ed aspettative: è iniziata così la prima giornata dedicata agli esami di maturità 2021. E’ strano, anche quest’anno, non vedere di buon’ora frotte di studenti pronti a varcare l’ingresso di scuola al suono della campanella per contendersi il posto migliore, niente prove scritte tutti insieme, fa ingresso a scuola uno studente per volta in base al turno stabilito, accompagnato al massimo da una persona che possa assistere al colloquio.

Dopo il covid niente sembra essere come prima, ma alunni e professori sono convinti che la conclusione di questi esami coinciderà con la fine della pandemia e questo dà una grande ventata di speranza, perchè l’augurio che si fanno è quello di ritrovare la normalità che tanto desiderano e meritano per guardare al futuro con ottimismo.

Denis Roan e Domenico attendono con ansia il loro turno all’ingresso del Liceo Fermi del quartiere Lido: “L’ansia è tanta, non sosterremo tutti la prova oggi ma siamo comunque emozionati– hanno raccontato – in commissione avremo tutti i nostri professori e questo ci rincuora ma rimane comunque la tensione per una prova che è impegnativa. Speriamo che vada tutto al meglio, ce lo auguriamo!”

Anche quest’anno è trascorso fuori dalle aule, gli studenti hanno seguito soprattutto in DAD e forse questo rappresenta una piccola difficoltà in più da dover affrontare: “Dopo questo lungo periodo di didattica a distanza sia docenti che alunni si trovano a vivere una situazione particolare – ha affermato il professore Lorenzo Lorè del Fermi – il fatto di non aver avuto un rapporto in presenza crea molta emozione rispetto all’interazione attraverso un monitor.”

Anche nella sede del quartiere Lido del Grimaldi – Pacioli abbiamo trovato gli studenti alle prese con le registrazioni per sostenere il colloquio: uno alla volta fanno ingresso a scuola, mentre amici e genitori attendono fuori speranzosi. Giulia è piena di emozione prima del suo orale, ma a supportarla ci sono Teresa, Sara e Serena: “E’ da giorni che sono preoccupata, le mie amiche dicono che andrà tutto bene, ma l’emozione è tanta.” Le poche parole di Giulia sono sufficienti per capire l’importanza del momento e il grande carico emotivo che accompagna i maturandi determinati comunque a superare questo scoglio.

“Anche quest’anno ci troviamo in un periodo particolare e stiamo seguendo tutti i protocolli di sicurezza previsti – ha precisato la professoressa Maria Pugliese del Grimaldi – Pacioli  – auguro ad ogni studente che tutto possa andare per il meglio e che ognuno di loro alla fine di questo percorso abbia tutte le soddisfazioni  e quel radioso futuro che merita.”

Notte prima degli esami, maturandi fuori dai cancelli di scuola