Quantcast

Blocco di ieri a viale Isonzo, Aterp: “Disposto subito invio a autospurgo ma competenza di quel tratto fognario non nostra”

Condizione dell’intera zona Sud della Città di Catanzaro si affronta con una strategia complessiva che coinvolga tutte le Istituzioni dello Stato e gli Enti locali

“Le ultime problematiche riguardo ad inconvenienti igienico-sanitari registratisi sugli insediamenti di Viale Isonzo  – il  Commissario Straordinario
di Aterp (Azienda territoriale edilizia residenziale pubblica calabra)  Paolo Petrolo meritano una doverosa evidenza anche al fine di informare correttamente la pubblica opinione non attraverso resoconti parziali ed unilaterali ma con la dovuta consapevolezza dei problemi e con l’individuazione, ove esistano chiaramente, delle responsabilità.
Occorre, preliminarmente, affermare che l’invio dell’autospurgo è stato immediatamente e tempestivamente disposto dai nostri Uffici consentendo l’immediata soluzione della problematica lamentata pur non avendo competenza sul tratto fognario interessato.

Dobbiamo evidenziare, ancora una volta, e speriamo sia l’ultima, che anche nelle sedi giurisdizionali, più volte, è stata riconosciuta la non responsabilità di ATERP Calabria per i problemi sui tratti fognanti di sua competenza e che tali problematiche erano e sono, quasi sempre, e salvo i pochissimi inconveniente strutturali, riconducibili all’improprio utilizzo delle reti fognanti ovvero vengono immessi nelle stesse indumenti di vario genere e taglia, materiali non riciclabili ed in plastica, prodotti per l’igiene intima che dovrebbero essere smaltiti attraverso la raccolta ordinaria dei rifiuti.

Abbiamo, in ogni sede, e da ultimo anche con incontri con rappresentanti istituzionali e dei cittadini, esplicitato tutti gli interventi realizzati, quelli che realizzeremo a presto per gli interventi manutentivi più urgenti e quelli che intendiamo realizzare, non appena perverranno, ed i tempi sono brevi per come ci è stato assicurato, i richiesti finanziamenti, sulla riqualificazione dei quartieri dell’Area Sud di Catanzaro, a cominciare da Viale Isonzo attraverso i fondi assicurati dal Piano Nazionale Edilizia Abitativa.

Ribadiamo, inoltre, ancora e speriamo sia l’ultima volta, che condizione dell’intera zona Sud della Città di Catanzaro si affronta con una strategia complessiva che coinvolga tutte le Istituzioni dello Stato e gli Enti locali e per la quale ATERP Calabria è disponibile a produrre ogni sforzo ed a partecipare, in ogni momento, ad appositi tavoli di concertazione anche in sede prefettizia allo stesso modo, ed abbiamo il dovere di sottolinearlo, che non è pensabile che condizioni “ambientali”, possano essere risolvibili soltanto mediante interventi sulle strutture degli immobili o attraverso le encomiabili e generose attività delle Forze dell’Ordine costrette ad operare in condizione di gravissimo rischio per la loro stessa incolumità”.