Quantcast

Inizio schioppettante sul filo del regolamento

L’intervento del consigliere Corsi provoca reazione veemente dell’assessore Cardamone: domina l’approvazione della delibera di costituzione di parte civile in Gettonopoli

Più informazioni su

Il presidente Polimeni dichiara aperta la seduta e legge la nuova composizione dei gruppi, comunica le dimissioni di Alessio Sculco dalla giunta, la nuova composizione delle Commissioni consiliari in relazione al perdurare dell’assenza per missione militare del consigliere Demetrio Battaglia, la nuova composizione della giunta con l’ingresso di Rosario Lostumbo e la rotazione dei componenti Domenico Cavallaro e Lea Concolino.

Il presidente del Consiglio Polimeni dà la parola al sindaco per l’introduzione della prima pratica, ma il consigliere del misto Antonio Corsi reclama la parola. Gli viene concessa dopo rapida consultazione con la segretaria generale. Corsi si complimenta con Abramo e l’assessore Russo per la costituzione di parte civile nel procedimento Gettonopoli. Non altrettanto per gli assessori di Forza Italia assenti alla votazione, giustificata in un loro comunicato dalla convocazione ad horas, tale da non consentirne la presenza. In effetti, ammette Corsi, Cardamone era realmente in viaggio e Lostumbo ampiamente giustificato. Corsi chiede se la seduta in corso sia regolare, perché il Consiglio è monco di due consiglieri, mancando nel computo il consigliere Filippo Mancuso per dimissioni e il consigliere Lostumbo entrato in giunta.

L’assessore Ivan Cardamone chiede con veemenza la parola per essere stati chiamato in causa per motivi personali. Non è d’accordo Polimeni. Cardamone insiste e non sembra avere intenzione di desistere. La segretaria Sica ribadisce la validità della seduta, mentre il presidente Polimeni non denota nell’intervento di Corsi il coinvolgimento per fatto personale dell’assessore Cardamone.

Si entrerà nel merito dopo l’intervento del sindaco Abramo sul primo punto sulla costituzione del Consorzio ATO Rifiuti Catanzaro. Mentre Abramo svolge la relazione, il neo assessore Lostumbo raccoglie firme tra i banchi, ma nessun allarme. Non è in corso nessuna manovra di palazzo. Solo, il solerte Lostumbo conclude l’iter per il regolamento per il rilascio del contrassegno per persone con disabilità. Il sindaco Abramo dopo aver illustrato la pratica, precisa che gli assessori di Forza Italia erano effettivamente assenti per vari motivi e impossibilitati a partecipare alla riunione di giunta che ha deliberato per la costituzione di parte.

 

Più informazioni su