Quantcast

Ferrovie della Calabria, prima corsa per i due nuovi treni della tratta tra via Milano e Lido foto

All'inaugurazione questa mattina il direttore Fdc Vercillo e l'assessore Catalfamo. Sono due automotrici diesel realizzata dalla ditta Stadler

Due automotrici nuove di zecca delle Ferrovie della Calabria collegano da oggi le stazioni tra via Milano e il quartiere Lido di Catanzaro. 

Generico giugno 2021

E’ stato Aristide Vercillo direttore generale di Fdc a inaugurare questa mattina nella stazione di Città, la principale del capoluogo i nuovi convogli, che sono stati realizzati da Stadler Rail azienda svizzera leader nel settore, grazie ai finanziamenti ASSE 4 – Azione4.6.2 del POR Calabria FESR 14/20 della Regione Calabria. 

Insieme a Vercillo anche l’assessore regionale alle Infrastrutture Domenica Catalfamo. Cento posti a sedere, motore diesel Common Rail a 6 cilindri, interni comodi e moderni i due nuovi convogli sono la punta dell’iceberg del nuovo parco mezzi, sia per trasporto su rotaia che su gomma, di cui l’azienda si vuole dotare entro due-tre anni. 

“Anno complicato quello che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo – ha ricordato Vercillo – speriamo che questa inaugurazione sia l’inizio di una ripresa che porti a un periodo migliore sotto tutti i punti di vista. Ringrazio chi mi ha preceduto e la Regione perché quello di oggi è il risultato di un lungo lavoro”. 

Generico giugno 2021

L’assessore Catalfamo da parte sua ha definito questa momento come un passo avanti “emblematico rispetto allo sviluppo del sistema di trasporti calabrese. Un simbolo della strategia complessiva che si sta attuando Ferrovie della Calabria. L’utenza ha diritto ad avere un servizio di qualità, ed è quello che vogliamo. Abbiamo trovato una importante intesa con questo management delle Ferrovie della Calabria che contiamo possa andare avanti”. 

Nella cerimonia di inaugurazione non sono mancati i ringraziamenti e il saluto del direttore delle commesse della Stadler  Pantaleo Venerito e la benedizione di monsignor Giuseppe Silvestre che ha fatto nell’occasione le veci dell’arcivescovo Vincenzo Bertolone. Quindi è stato il momento della corsa di inaugurazione dei nuovi treni climatizzati e comodi con tanto di transito dalla stazioni storiche di piazza Matteotti, Pratica, Sala che nei decenni hanno raccolto e trasportato milioni di catanzaresi spesso con convogli più lenti e rabberciati che procedevano a volte con “affanno” e rigorosamente a passo d’uomo sulla salita di Pratica tra via Carlo V e il ponte. 

Oggi sono cambiati i mezzi ma non quel panorama suggestivo diventato consueto almeno negli occhi di tutti quelli per cui salire o scendere con la “Calabro” era stata una necessità o comunque una consuetudine.