Quantcast

“Il cammino della Monachella di San Bruno” per supportare il processo di beatificazione di Maria Antonia Samà

La terza edizione del Cammino dal 2 al 4 luglio

Il gruppo trekking “ Il Cammino della Monachella di San Bruno” è pronto per intraprendere la terza edizione del Cammino che si realizzerà dal 2 al 4 luglio. Tale iniziativa è nata tre anni fa con l’obiettivo di promuovere e diffondere la conoscenza della vita e della spiritualità di Mariantonia Samà, nata a S. Andrea Jonio nel 1875 costretta a vivere immobile a letto per sessanta anni, fino alla sua morte avvenuta nel 1953.
Alcuni appassionati di trekking, reduci del cammino di Santiago di Compostela e, in seguito da quello di S. Francesco di Paola, hanno concretizzato questa tniziativa che è stata denominata “La via della speranza” perché proprio con grande speranza Mariantonia fu “portata a piedi per i sentieri della montagna da quattro uomini volenterosi” presso i certosini di San Bruno per farla guarire dalla malattia che la affliggeva. Il cammino ripercorre proprio i sentieri ed i boschi percorsi allora.

Tale iniziativa è stata subito condivisa da tante persone, amiche ed amici di S Andrea di Isca Jonio ed altri provenienti dai paesi vicini.
In tutti noi cresce la devozione a Mariantonia Samà e, nello stesso tempo, l’amore per il cammino condiviso e per la natura rigogliosa del nostro territorio.
Il cammino comprende tre tappe:
lº giorno 2 luglio 2021 – Ritrovo dei partecipanti a S.Andrea Jonio presso la casa della Monachella, dove il parroco don Franco Palaia darà la benedizione al gruppo con la preghiera del pellegrino. Si parte per la prima tappa S.Andrea Jonio-Serra San Bruno per km. 24.
2º giorno 3 luglio 2021 – Serra San Bruno — Torre di Ruggiero per Km. 19

3º giorno 4 luglio 2021 – Torre di Ruggiero- S.Andrea Jonio per km. 32.

Riteniamo che la prossima Beatificazione della “Malatina di San Bruno” ci sproni sempre pifi a divulgare la sua meravigliosa storia dedicata alla preghiera ed alla contemplazione amando il “bel Gesù” nella sofferenza.
“Camminare insegna la vita, apre cuori ed orizzonti, per strada ci si conosce si discute e si condivide. Anche Gesù è stato un camminatore, fece la strada insieme ai due di Emmaus, stanchi e sfiduciati, ridando Ioro una speranza. ( P.Pasquale Castrilli OMI, missionario camminatore).
Si ringraziano per la collaborazione ed il sostegno nel pianificare tale impresa: il gruppo trekking Liberi di camminare, la Pro loco di S.Andrea Jonio, la Pro loco Sanagasi di Isca Jonio, la Fondazione Villa della Fraternità Onlus e tutte le persone che in silenzio nel modo concreto hanno contribuito.