Quantcast

G8 Genova 20 anni dopo, domani convegno nel quartiere Lido

Nsc: "accelerare l'iter per il riconoscimento dei diritti negati agli appartenenti all'Arma dei CarabinieriW

Più informazioni su

“Domani sera nel quartiere Lido di Catanzaro si svolgerà un convegno di carattere nazionale sui 20 anni dai tragici fatti del G8 di Genova, dove oltre alla morte di Carlo Giuliani ci fu un’altra vittima vivente che è l’ex Carabiniere Mario Placanica. Per tale motivo, quello che ci auspichiamo è che da questo nuovo processo di sindacalizzazione dell’Arma dei Carabinieri non vi siano più in futuro casi come quello di Mario Placanica.” – Lo dichiara Fabio Riccio, Segretario Generale Provinciale del Nuovo Sindacato Carabinieri, nel raccontare le motivazioni del convegno di domani sera alle 21.00 all’interno del Lido Santa Fé nel quartiere Lido di Catanzaro.

“Un convegno con ospiti di notevole spessore – dice il Segretario Provinciale di Nsc – ad iniziare dal moderatore Gian Marco Chiocci, il Direttore dell’agenzia di stampa Adnkronos, dal Sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, al Presidente della Regione Nino Spirlì, dai parlamentari Wanda Ferro e Roberto Occhiuto all’assessore regionale Sergio De Caprio “Il Capitano Ultimo”, dagli avvocati Antonio Ludovico, Giorgio Carta e Eugenio Pini all’autore del libro “Mario Placanica il Carabiniere” Andrea Di Lazzaro fino alla “vittima vivente” Mario Placanica. Ci saranno i vertici nazionali dell’Nsc – continua Fabio Riccio – con il Segretario Generale Massimiliano Zetti ed il Segretario Nazionale Franco Russo, ma anche i vertici nazionali del Sindacato di Polizia Fsp con il Segretario Generale Valter Mazzetti, il vice Presidente Nazionale Franco Maccari ed il Segretario Nazionale Giuseppe Brugnano.

Con l’Fsp – spiega Riccio – è nato un rapporto di collaborazione stretta, non solo per i rapporti personali con Giuseppe Brugnano, ma perché i 40 anni di Sindacato nella Polizia di Stato non possono che essere un punto di riferimento per il nostro processo di sindacalizzazione in atto che ha bisogno necessariamente di un filo conduttore per accelerare l’iter per il riconoscimento dei diritti negati agli appartenenti all’Arma dei Carabinieri. Anche di questo parleremo domani sera – conclude Fabio Riccio – dove accenderemo i riflettori anche sulla mancanza di tutela legale per gli appartenenti alle Forze di Polizia per non essere ancora una volta macellati nel tritacarne mediatico così come avvenne 20 anni fa a Mario Placanica.”

Più informazioni su