“Io, affetto da Sla prigioniero della malattia e della burocrazia”

“Chiesi aiuto al Comune: dopo un primo sopralluogo travolto dall’inefficenza e della macchina burocratica”