Quantcast

Lavori Duomo, Fiorita: “Imminente pubblicazione bando da parte di Invitalia per progettazione”

Il leader di Cambiavento: "Dopo l’assegnazione e la redazione della progettazione finalmente si procederà alla gara dei lavori veri e propri"

Più informazioni su

    È da tempo – scrive Nicola Fiorita leader del Movimento Cambiavento – che seguiamo con interesse la vicenda dei lavori per la Cattedrale di Catanzaro, chiusa da più di quattro anni, dopo i crolli del 2017. Non a caso, qualche settimana, fa abbiamo incontrato il direttore del Segretariato regionale dei Beni Culturali, dottor Patamia, per esprimere le preoccupazioni di tanti cittadini per l’allungarsi dei tempi di chiusura della principale chiesa della nostra diocesi e insieme abbiamo fatto il punto della situazione.

    Ora ci risulta imminente la pubblicazione del bando di gara da parte di Invitalia per la progettazione dei lavori di ristrutturazione e restauro della Cattedrale, forse già nella prossima settimana. Una tappa fondamentale che avevamo annunciato in seguito all’appuntamento col dirigente del Ministero. Dopo l’assegnazione e la redazione della progettazione si procederà alla gara dei lavori veri e propri.

    Grazie alle sollecitazioni e all’attenzione costante, tenace e in tutte le sedi dell’arcivescovo Bertolone, la Cattedrale è stata destinataria di un finanziamento regionale nel 2017 e poi di fondi ministeriali, riuscendo così ad evitare il ripetersi di crolli pericolosi per la struttura e per l’incolumità dei cittadini. Quella stessa attenzione è proseguita negli anni, in contatto con tutte le istituzioni preposte, fino alla definizione del percorso che nei prossimi giorni darà il via alla progettazione.

    È chiaro che la ricorrenza del nono centenario del Duomo, che cadrà il prossimo anno, non potrà trovare una Cattedrale nuovamente riaperta ma speriamo che i lavori, per quel tempo, siano già completamente avviati. I fedeli e i cittadini aspettano di potersi riappropriare di un bene religioso che è anche un attrattore culturale e identitario della nostra regione. Dal canto nostro continueremo a vigilare sul prosieguo della vicenda in relazione con tutti gli enti coinvolti, auspicando che il tempo delle lungaggini burocratiche sia definitivamente finito.

    Più informazioni su