Quantcast

Aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro: come fare?

Requisiti e step necessari ad aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro

Il tuo sogno è sempre stato quello di fare il tatuatore? La buona notizia è che si tratta di un mestiere sempre “in voga”: passano le mode, passano le tendenze nel vestire e nel truccarsi, infatti, ma farsi tatuare qualcosa sulla pelle rimane uno dei modi migliori per esprimere se stessi, la propria personalità, la propria appartenenza a un gruppo sociale o la propria adesione a un certo stile di vita. Quelle che troverai di seguito sono allora alcune regole che dovrai seguire per aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro, che sono poi – va da sé – norme e regole valide in tutta Italia. Ormai da qualche tempo, infatti, quella del tatuatore è una professione rigidamente regolamentata nel nostro Paese e lo è a doppia protezione sia di chi intende farsi realizzare un tatuaggio e sia dei professionisti del settore che, in passato, hanno spesso visto la propria professionalità messa a rischio da tatuatori “abusivi”.

Requisiti e step necessari ad aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro

Il primo requisito che dovrai soddisfare, insomma, per aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro è avere un diploma da tatuatore. Lo puoi ottenere frequentando un corso per tatuatori come ne organizzano ormai numerosi enti di formazione: ci sono di alternative interessanti anche tra i corsi professionali delle regioni e un aspetto a cui dovresti fare sempre attenzione, soprattutto se ti rivolgi invece ai corsi privati, è non tanto il monte ore di lezione complessivo quanto la completezza del percorso di studio, che dovrà comprendere come materie di studio oltre a storia e tecniche di tatuaggio anche principi di dermatologia e di igiene per esempio. I corsi per tatuatori si concludono con un esame o delle prove finali, ma non si tratta davvero dell’ultimo step da compiere prima di poter aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro o in qualsiasi altra città italiana: altri corsi o dei master ti permetteranno di specializzarti in una tecnica o in uno stile particolari di tatuaggi e di differenziarti dai tuoi colleghi, aspetto che non è certo indifferente da un punto di vista di competitività di un’attività lavorativa autonoma. Un periodo di tirocinio o apprendistato presso uno studio di tatuaggi già ben avviato potrebbe aiutarti, però, soprattutto a fare pratica “sul campo”.

È un’ottima soluzione l’ultima anche “di passaggio”, mentre si cercano locali adatti dove realizzare il proprio studio personale: anche in questo caso la normativa italiana prevede parametri piuttosto stringenti, da un punto di vista igienico-sanitario soprattutto, e legati alla necessità di utilizzare macchinari e strumentazioni a norma e all’avanguardia. Quando avrai trovato la “location” ideale dove aprire uno studio di tatuaggi a Catanzaro dovrai dare, del resto, farti trovare preparato anche da un punto di vista burocratico e fiscale: apri una partita IVA, scegliendo il regime  più adatto a te, perché no con l’aiuto di servizi di consulenza ed assistenza online come Fiscozen che, per soli 200 € + IVA, si occupa di predisporre ed inviare la comunicazione unica necessaria all’apertura della attività e di ogni altra esigenza.