Quantcast

Blackout in provincia di Catanzaro, Codacons: “Enel risarcisca utenti”

"Per Enel il problema sarebbe legato alle “alte temperature”…come se il caldo fosse un evento imprevisto ed imprevedibile in piena estate"

Più informazioni su

«Vigileremo sui risarcimenti di Enel a favore dei tanti danneggiati dalla vergognosa interruzione di energia e dagli innumerevoli sbalzi di tensione della corrente elettrica»: lo sostiene il Codacons a proposito degli enormi disagi che oggi hanno privato (ed ancora adesso, privano) le popolose zone turistiche di Simeri Crichi e Sellia Marina dell’energia elettrica.
Per Enel il problema sarebbe legato alle “alte temperature”…come se il caldo fosse un evento imprevisto ed imprevedibile in piena estate.
Il Codacons sollecita l’intervento della Protezione Civile e delle amministrazioni comunali affinché garantiscano l’approvvigionamento idrico.

Non si possono lasciare anziani, malati, per non parlare delle attività commerciali senza energia e senz’acqua.
Ma di quale “sviluppo turistico” andiamo blaterando – sostiene Francesco Di Lieto – se non si riesce a garantire neppure la corrente elettrica e, con essa, l’acqua potabile.

«Ora ci attendiamo che Enel si impegni a risarcire tutti i danni causati – aggiunge Codacons.
Caso contrario saranno i Giudici a stabilire entità e modalità del risarcimento.
Ma vogliamo confidare che in un sussulto di dignità si voglia evitare ai Cittadini di intraprendere azioni giudiziarie per riconoscere i loro sacrosanti diritti.

Più informazioni su