Quantcast

Trasporti: Fil-Cgil, Sacal deve assumere lavoratori stagionali

"Il 21 settembre mobilitazione a difesa aeroporti calabresi"

Più informazioni su

“La Sacal è come le tre scimmiette: avevamo mostrato la legge che era chiarissima ma loro non l’hanno vista; avevamo chiesto di assumere i lavoratori che erano in graduatoria ma loro non hanno sentito; volevamo continuare a discutere ma loro non hanno parlato. Ci sembra ormai evidente: o questo management non è all’altezza, come evidenzia il pessimo stato delle relazioni industriali, e quindi andrebbe cambiato nell’interesse principale della società, oppure come nelle peggiori tradizioni padronali pensano di fare a meno di leggi e contratti, soffrendo di fronte ad un sindacato non asservito”.

E’ quanto si afferma in una nota della segreteria regionale della Filt- Cgil Calabria. “In un caso o nell’altro, questa Società – è scritto nel comunicato – è responsabile del declino del sistema aeroportuale calabrese oltre che del mancato rispetto delle norme più elementari che regolano i diritti delle persone che lavorano e la necessità di una moderna mobilità aeroportuale. Oltre a ciò continua a preoccuparci un Piano Industriale, tenuto nascosto da sei mesi, per diventare nel mese di settembre, non più lo strumento della crescita industriale degli scali e la leva per creare nuova e stabile occupazione, ma al contrario un Piano elettorale che non bada agli interessi della Calabria e dei lavoratori. Per questo, come già annunciato nella conferenza stampa di qualche giorno fa, assieme alla Cgil Area vasta il 21 settembre ci sarà una mobilitazione popolare e aperta a difesa degli scali calabresi”.

“Nel merito, invece, della risposta dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro – è detto ancora nel comunicato – porgiamo un ringraziamento sincero al Direttore dell’Ispettorato del Lavoro, dott. Giuseppe Patania, che si è prodigato a tutela del lavoro mostrando professionalità e sensibilità in merito alla questione posta. Siamo soddisfatti del lavoro svolto in sinergia all’Itl per il cui tramite abbiamo posto un quesito all’Ispettorato Nazionale del Lavoro il quale in tempi brevissimi ha confermato quanto già asserito dalla Filt-Cgil, ovvero, la possibilità di rinnovare contratti a termine in costanza di cassa integrazione. Adesso si assumano gli stagionali e si trasformino i contratti da part-time a Full-time”.

Più informazioni su