Quantcast

Incendi, la nottata d’inferno di Zagarise. Il sindaco Gallelli: un centinaio di ettari in fumo

Nessun danno a persone ma c’è più di un’azienda locale che nel fuoco ha perso tutto. Ora situazione fiamme sotto controllo.

Più informazioni su

Dopo la nottata trascorsa a domare le fiamme, si è troppo stanchi per fare la conta dei danni. Quello che è certo è che Zagarise se l’è vista veramente brutta, a causa degli incendi che dal primissimo pomeriggio di ieri hanno cominciato a devastare le aree boschive al limite con la parte alta del paese, al confine con il vicino comune di Sersale.

Secondo una primissima stima sono andati a fuoco circa «un centinaio di ettari» fa sapere il primo cittadino zagaritano Domenico Gallelli, già da ieri in prima linea nel fronteggiare l’emergenza incendi assieme ai cittadini di Zagarise ed ai volontari della Protezione Civile locale. «Appena compreso il pericolo ci siamo mobilitati in tanti per cercare di spegnere le fiamme che, altrimenti, avrebbero raggiunto le abitazioni; molti privati cittadini sono saliti sui propri trattori, hanno riempito le botti ed hanno affiancato i volontari nell’emergenza. Per fortuna la Protezione Civile di Zagarise possiede una buona attrezzatura antincendio, per cui siamo riusciti ad evitare che i roghi raggiungessero le Valli Cupe, abbiamo salvato Campanaro ed il paese tutto. Stamattina sono arrivati i canadair e la situazione sembra essere sotto controllo. Ma la scorsa notte abbiamo avuto davvero tanta paura» ha raccontato il sindaco.

Nessun danno a persone, quindi, ma c’è più di un’azienda locale che nel fuoco ha perso tutto. Oggi è la desolazione tutta intorno ed una minaccia che si spera essere scongiurata

Più informazioni su