Quantcast

Aggredisce a bastonate tre persone, arrestato per tentato omicidio

Gli investigatori stanno ricostruendo l'esatta dinamica di quanto accaduto

È stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio il cittadino pakistano che stamani, nel centro ippico Valle dei Mulini a Catanzaro, ha aggredito
colpendoli con un bastone di legno due uomini e una donna (leggi qui).

I due uomini feriti sono ricoverati nell’ospedale di Catanzaro in terapia intensiva e con riserva di prognosi, le loro condizioni sono molto gravi.

Il provvedimento restrittivo è stato notificato dai carabinieri della Compagnia e della Stazione di Catanzaro e del Nucleo operativo e radiomobile all’aggressore in ospedale, dove si trova a sua volta, piantonato, per una ferita lieve alla testa.

Gli investigatori stanno ancora ricostruendo l’esatta dinamica di quanto accaduto.

Finora è emerso che l’arrestato, che lavora nel centro ippico come stalliere, ha avuto una discussione con i due uomini – suoi datori di lavoro secondo i primi accertamenti – per motivi ancora non chiariti.

Al culmine dell’aggressione l’uomo ha preso un bastone e ha colpito gli altri due e poi la donna, ferita in modo lieve.

All’aggressione hanno assistito anche alcuni testimoni che si trovavano nel centro. Subito sono stati chiamati i carabinieri e i medici del
118 che hanno soccorso i feriti.

“Nella mattinata odierna a  Catanzaro -si legge nella nota diramata dai carabinieri-  i Carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato in flagranza di reato un 28enne di origine pakistana che, all’interno di un noto centro ippico dove lavorava come stalliere, a causa di ripetuti epiteti offensivi indirizzatigli, aveva aggredito con una zappa alcune persone presenti nella struttura, ferendo gravemente due uomini rispettivamente di 68 e 60 anni e in modo lieve una donna 48enne, tutti catanzaresi frequentatori del centro.

Immediatamente dopo l’arresto, l’aggressore ha ammesso le sue responsabilità, chiarendo la dinamica dei fatti nel corso dell’interrogatorio svolto dal Pubblico Ministero di turno all’interno del pronto soccorso dell’Ospedale Pugliese Ciaccio,
dove è stato ricoverato a causa delle lievi ferite procurate nel corso della
colluttazione.

I due uomini aggrediti sono tuttora ricoverati in pericolo di vita presso la sala
rianimazione del citata struttura sanitaria, mentre la donna è stata già dimessa”.