Quantcast

Investì ed uccise 8 ciclisti nel 2010 guidando senza patente. Lunedì notte ha provocato un incidente in cui è rimasto ucciso un suo amico

Torna tristemente alla ribalta il nome di Chafik Elketani, 11 anni dopo quel terribile 5 dicembre

Era il 5 dicembre 2010 quando un’auto piombò su un gruppo di ciclisti che percorrevano una strada interna del lametino. Otto ciclisti, tutti appartenenti a un gruppo di appassionati,  furono travolti e uccisi da un’auto in località Marinella a Sant’Eufemia. Alla guida della macchina c’era un uomo di origine marocchina, immigrato regolare, Chafik Elketani, 21 anni, residente a Gizzeria in provincia di Catanzaro. Secondo quanto emerse dagli esami a cui fu   sottoposto dopo il ricovero in ospedale, l’uomo era sotto effetto di stupefacenti. Inoltre guidava senza patente, dato che gli era stata ritirata sette mesi prima  a causa di un sorpasso azzardato. Nel 2010 fu condannato ad 8 anni.

L’incidente in cui persero la vita gli otto ciclisti

Undici anni dopo Chafik Elketani, 32anni, ha causato un altro incidente mortale, quello avvenuto lunedì scorso sulla statale 280 in direzione Lamezia nel quale è rimasto ucciso il passeggero che era con lui. La Procura ha già avviato un’inchiesta sulla base delle risultanze dei rilievi effettuati dalla Polizia Stradale sul luogo dell’incidente. Il marocchino combatte ora tra vita e la morte in ospedale.

L’incidente di lunedì scorso