Quantcast

Risparmio idrico, messo in sicurezza il Torrino Piezometrico di Sellia Marina

Questa mattina l'evento inagurale in località La Petrizia su iniziativa del Consorzio di Bonifica Catanzarese

Più informazioni su

    Risparmio idrico. È questo l’argomento che è ruotato stamane attorno all’evento inaugurale per la messa in sicurezza del Torrino Piezometrico in località La Petrizia a Sellia Marina. Dopo circa quarant’anni il Torrino è tornato ad essere un’importante risorsa d’acqua per il comprensorio, grazie al provvedimento del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese presieduto da Fabio Borrello il quale, ai microfoni di Catanzaro Informa ha spiegato che «senza questi lavori non si sarebbe potuto dare acqua ad un territorio la cui posizione è strategica, anche e soprattutto dal punto di vista agricolo. Quello del Torrino Piezometrico è solo il primo dei tanti interventi sui quali da due anni il Consorzio di Bonifica sta lavorando: un pacchetto di progetti da 27 milioni di euro, voluti nell’ottica di mantenimento delle opere irrigue, razionalizzando così la risorsa d’acqua; quando il ciclo degli interventi sarà terminato abbiamo stimato un risparmio idrico tra il trenta ed il cinquanta percento e, tutto ciò consentirà alle aziende agricole di produrre di più e generare l’occupazione che in Calabria vogliamo».

    Generico settembre 2021

    La manifestazione è stata l’occasione per dibattere sull’apertura della stagione dei cantieri e delle manutenzioni per preservare la risorsa idrica nei settori economici. La buona pratica del Torrino. Tavola rotonda alle quale hanno preso parte le istituzioni regionali, locali ed il Direttore Generale ANBI Massimo Gargano che ha dichiarato: «Questa inaugurazione è la testimonianza di un orgoglio per la classe dirigente del Consorzio di Bonifica, rappresentata da imprese, che in un momento particolare come questo in cui il Paese è chiamato ad impegnarsi per spendere tutte le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza del prossimo Psr, si candida in maniera molto concreta, fattiva, visibile, tangibile a concorrere, non solo a quella spesa, ma a portare i valori di questi investimenti su tutto il territorio. Nel caso di specie parliamo di acqua irrigua, quindi di cibo, di occupazione, bellezza dei territori e di un’economia circolare: tutta l’acqua che esce da questo Torrino, dopo aver irrigato, tornerà in circolo perché rientrerà nella falda e sarà pronta di nuovo a creare lavoro, valori, armonia».

    Acqua oro blu del futuro. È la definizione che ne ha dato Francesco Battistoni, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali che ha presenziato l’evento. Il Sottosegretario ha sottolineato che il risparmio idrico è l’obiettivo futuro: «Durante e dopo la pandemia ci siamo resi conto della rilevanza dell’agricoltura ed i nostri agricoltori non hanno fatto mai mancare i loro prodotti nei supermercati, per questo è necessario investire per lo sviluppo sempre maggiore del settore».

    Più informazioni su