Quantcast

Catanzaro, Calabro carica: “Il gruppo è con me, vogliamo vincere”

L'allenatore alla vigilia della gara contro la Fidelis: «Non è ultima spiaggia. Troviamo la strada giusta e diamo continuità ai risultati»

Non vuole sentir parlare di «gara da ultima spiaggia», Antonio Calabro. Un po’ perché ci crede poco, nonostante la sfida contro la Fidelis Andria arrivi al termine di una striscia non molto positiva del suo Catanzaro, un po’ perché a sé ed alla stabilità della sua panchina ha sempre dimostrato di non dare troppo peso. Ma è evidente che la partita di domani contro i pugliesi rappresenti per i giallorossi e per l’allenatore uno snodo fondamentale per il futuro. Un bivio, probabilmente. «La squadra è con me – le parole pronunciate subito dopo la rifinitura – I ragazzi sono eccezionali e mi seguono, si lavora alla grande e sono convinto che i risultati arriveranno. L’Andria è un avversario insidioso – ha analizzato il coach – dovremo approcciare la partita come abbiamo sempre fatto, con la giusta intensità».

La voglia di far bene non manca e lo si è visto anche durante la settimana; occorrerà però mettere in pratica la catechesi dei giorni alle spalle per alzare il livello della prestazione e soprattutto sbloccarsi in fase offensiva.

«Stiamo lavorando anche sugli inserimenti per vie centrali – ha confessato Calabro in tal senso – Cerchiamo di riempire l’area di rigore in maniera omogenea per sfruttare meglio i tanti cross che arrivano dall’esterno. La qualità degli attaccanti è l’ultimo dei problemi rispetto alla finalizzazione – ha assicurato – dalle fasce mi aspetto diverse soluzioni anche sull’uno contro uno e nelle entrate centrali dagli esterni». Sulla distanza che è andata allargandosi rispetto ai primi posti, poi, nessun timore: «Ci sono tante partite da giocare e ne abbiamo disputata una in meno – il parere del tecnico – l’importante è trovare la strada giusta e dare continuità ai risultati».