Quantcast

Taverna, proclamati nuovi cavalieri di Malta foto

Essere Cavalieri di Malta oggi porta con sé l'obbligo di essere al servizio degli altri, per aiutare i più deboli e i bisognosi con opere concrete

Nella chiesa monumentale di San Domenico si è tenuta, nei giorni scorsi, la cerimonia di investitura dei nuovi cavalieri del Gran Priorato della SS Trinità di Villadieu – Cavalieri di Malta.
Durante la solenne manifestazione, alla quale ha presenziato il sindaco di Taverna Sebastiano Tarantino, Sar Don Thorbjon I Paternò Castello di Carcaci, Gran Maestro dell’Ordine, assistito da S.E Don Thomas Molendini di Santa Magdalena Luogotenente dell’Ordine e da S.E. Don Maurizio Branchicella Priore d’Italia del Gran Priorato della SS Trinità di Villadieu, ha proclamato Cavalieri di Grazia Nicolò Mannino, Salvatore Sardisco, Stefano Lazzoni, Giuseppe Aloisio, Pietro Tripodi, Domenico Antonio Maida, Pietro Marra, Roberto Moccardi, Pietro Romeo e al grado di Dama dell’ordine Anna Bellantoni.

Il cavaliere commendatore Andrea Peroni, Capo della Commenda di San Francesco di Paola, ha svolto la funzione di Cerimoniere e il Cavaliere Simone Colasanto quello di Speaker. Erano presenti diversi Dignitari dell’Ordine tra i quali Natalina Romania, Priore del Priorato della Sicilia e il Conte Cristiano Ampollini.
La Santa Messa è stata celebrata dall’Ordinario Religioso dell’Ordine, Frate Gaetano Jacobucci con Don Simone Marchese, parroco della Chiesa Monumentale di San Domenico.

Sar Don Thorbjon I di Paternò Castello di Carcaci, ricordando le origini dell’Ordine di San Giovanni in Gerusalemme, ha sottolineato che “essere Cavalieri di Malta oggi non è un fatto puramente simbolico, ma porta con sé l’obbligo di essere al servizio degli altri, per aiutare i più deboli e i bisognosi con opere concrete”. Pro Fide Pro Utilitate Hominum è il motto dell’Ordine e suo principio ispiratore.
Alla fine della cerimonia si è svolto il pranzo di Gala presso il Grand Hotel Parco dei Pini sito a Villaggio Mancuso.