Quantcast

Vitambiente, la catanzarese Elisabetta Motta responsabile nazionale del Dipartimento Cultura

Laureata in Lingue e Letterature Straniere e Moderne

Elisabetta Motta è nata a Catanzaro ma vive a Roma ormai da molti anni, e non ha mai dimenticato le proprie origini, l’amore indiscusso per la propria terra. Da oggi è la responsabile nazionale del Dipartimento Cultura del Movimento Vitambiente.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere e Moderne, collabora dal 1995 con la Redazione delle riviste Intimità e Love Story, Edizioni Intimità, ricoprendo il ruolo di traduttrice e  anche di scrittrice ed editor. Traduttrice per la Abramo Editore del volume dell’autore Théophile Gautier Il cavaliere doppio e altri racconti fantastici (1992), e di pagine scelte degli autori Didier, Dupaty e Duclos in Viaggiatori Stranieri a Roma e nel Lazio (1992). Dal 2008 collabora con la casa editrice HarperCollins Italia, per la quale ha tradotto fino a oggi quasi sessanta romanzi.

A partire dal 2014 pubblica in formato digitale i seguenti titoli per Rizzoli, collana Youfeel: Incontro veneziano, Mora selvatica, Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero, La casa nel blu.

Traduttrice e curatrice in prima edizione italiana dell’opera di H.G. Wells, Fiamma viva, pubblicata nel 2017 da Edizioni della Sera.

Il romanzo Emozioni a fuoco lento, pubblicato sotto il marchio editoriale Leggereditore, nel 2017, segna il suo esordio in libreria.

Il suo racconto, Accarezzata dal vento, fa parte dell’antologia Calabresi per sempre, Edizioni della Sera, 2019. Il romanzo Vite, è vincitore della V edizione del Premio Letterario “Dentro l’Amore”, indetto dalla casa editrice Convalle che ha pubblicato l’opera nel 2019. La sua ultima pubblicazione, scritta in condivisione con l’autore F. Forestiero, è Sapori. Racconti, gusti e leggende di Calabria, Laruffa Editore, 2019. Seconda classificata nella sezione Raccontami la tua città con il racconto Mia bella Roma; terza classificata nella sezione Haiku con cinque componimenti scritti in questa forma poetica giapponese, VI edizione del Premio Letterario “Dentro l’Amore”, Monza 2021.

L’esperienza curriculare della Dottoressa Motta e la sua vicinanza alla Calabria  contribuisce allo sviluppo socio culturale degli aderenti a Vitambiente e anche delle comunità locali. L’inciso del Presidente nazionale del Movimento ambientalista, l’avv. Pietro Marino: “Siamo certi che i valori umani e professionali della Dottoressa Motta contribuiranno alla crescita sostenibile di una rete sociale locale coordinata da Vitambiente, che potrà sostenere chi ne ha davvero bisogno”.

Il presidente dell’associazione ha puntualizzato come la figura della dott.ssa Motta sia stata fortemente voluta perché una carica fondamentale per l’associazione, al fine di realizzare una forte cooperazione globale e lasciare un’eredità migliore alle generazioni future. I meccanismi naturali del pianeta, che hanno consentito al genere umano di evolversi e prosperare, fornendoci il necessario benessere, sono oggi a serio rischio.

“Il bene comune della natura, la cui salute è fondamentale per la nostra stessa sopravvivenza, necessita di una cooperazione senza precedenti da parte di tutte le popolazioni, che devono essere avvicinate a nuovi stili di vita dal mondo della scienza e tutto questo può essere raggiunto solo attraverso la cultura, e la cultura è conoscenza”. La cultura ci dovrà insegnare l’importanza della cooperazione globale, per salvaguardare la ricchissima biodiversità, da cui dipende la vita: il suolo, gli oceani, l’aria, i fiumi, le foreste e le specie animali e vegetali, e ai quali Vitambiente si dedica con tutte le sue forze, da oggi anche attraverso la forza della dott.ssa Elisabetta Motta. Così ha concluso il Presidente di Vitambiente l’avv. Pietro Marino.