Quantcast

Parte la riforma della macchina regionale: direttori generali e dirigenti decaduti

Ogni Dipartimento avrà come riferimento il presidente e un solo assessore

“Questo pomeriggio ho firmato il nuovo regolamento per una prima riorganizzazione dei Dipartimenti della Regione Calabria. Conseguentemente tutti i direttori generali e 42 dirigenti di seconda fascia sono decaduti e manterranno la reggenza temporanea nei Dipartimenti e nei relativi settori.  Successivamente saranno indicati coloro che guideranno i Dipartimenti per i prossimi anni, durante la mia presidenza. Ci sono risorse che vanno motivate e valorizzate, e in questi mesi valuteremo l’operato di tutte le figure professionali della Regione, per poi decidere in merito all’organigramma e alle nuove posizioni apicali. Dopodiché proseguirò con una più generale riforma della macchina regionale”. Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.

“Giudico fondamentale una profonda riorganizzazione amministrativa della Cittadella. L’obiettivo – una delle mie priorità – è quello di efficientare i Dipartimenti, semplificare quanto più possibile le procedure, snellire l’azione della macchina burocratica regionale. Tutto questo anche per rendere più coerente l’attività tecnica svolta dai Dipartimenti con l’indirizzo politico che daranno i componenti della giunta.

Ogni Dipartimento avrà come riferimento il presidente e un solo assessore, in modo da evitare cortocircuiti organizzativi che genererebbero solo conflitti e confusione amministrativa. Ci attendono – conclude – mesi ed anni estremamente impegnativi, e le sfide che abbiamo davanti vanno combattute con determinazione, senza tentennamenti, e avendo una struttura burocratica in grado di supportare al meglio l’azione del governo regionale”.