Quantcast

Vicenda Sant’Anna, Pitaro: una delle pagine più intense della mia esperienza di consigliere regionale

La triade commissariale dell’Asp ha agito non con “disciplina e onore” nell’espletamento dei propri compiti

Più informazioni su

La decisione odierna della Terza sezione del Consiglio di Stato, che ha respinto il ricorso presentato dall’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro contro la sentenza del Tar Calabria che ad aprile aveva bocciato la decisione dell’Asp di negare la sottoscrizione del contratto 2020 al Sant’Anna Hospital, ribadisce ciò che abbiamo sempre sostenuto.
Ossia che la triade commissariale dell’Asp ha agito non con “disciplina e onore” nell’espletamento dei propri compiti, ma con intenti punitivi e cattiveria, arrecando danni alla clinica e alla 300 professionalità impegnate per fare buona sanità. E’ quanto si legge in un post facebook del consigliere regionale Francesco Pitaro. 

Le cose, come sembra, per il Sant’Anna finalmente si mettono bene.
Ma ce n’è voluta di sopportazione e pazienza da parte dei lavoratori e del consiglio d’amministrazione!
Per me, tuttavia, quelle giornate di resistenza vissute accanto a tanti uomini e donne preoccupati di perdere il lavoro e a cittadini che si esponevano per difendere il diritto alla sanità, rappresentano una delle pagine più intense della mia esperienza di consigliere regionale.
Quando tutto sarà definitivamente chiarito ( e ci siamo!), se non si potrà esigere dai tre burocrati e da chi li ha scelti il risarcimento dei danno, bisognerà però ricordarsi dei tanti che tifavano perché la clinica soccombesse e dei soloni catanzaresi del rinnovamento politico parolaio che si tenevano a debita distanza dai lavoratori, infischiandosene della sorte di un’eccellenza sanitaria.

Più informazioni su