Quantcast

Giornata contro violenza sulle donne: una scarpetta rossa accanto ai monumenti simbolo delle città

L'iniziativa dell'onlus Insuperabili. Il Cavatore il monumento prescelto del capoluogo calabrese

Più informazioni su

Una scarpetta rossa legata a più monumenti storici della città. Così si sono svegliate Torino, Milano, Firenze, Roma, Catanzaro e Genova questa mattina, nella giornata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

Un’iniziativa lanciata dalla Onlus Insuperabili, da anni punto di riferimento per il calcio disabile nel panorama italiano. Un messaggio per continuare a combattere una battaglia delicatissima, che ancora oggi vede vittime tante donne in tutto il mondo. In Italia, ogni tre giorni viviamo un caso di femminicidio: numeri inaccettabili che raccontano quanto lavoro ci sia ancora da fare per estirpare questa terribile piaga.

Per questa ragione la Onlus ha deciso di coinvolgere varie atlete, coach e la Testimonial Simona Sodini, sia per la realizzazione del video che per l’attività nelle varie piazze italiane. Le sei città scelte hanno un significato simbolico: si è infatti scelto di posare le scarpette in sei località presidiate da Insuperabili, che al momento ha 17 sedi sparse su tutto il territorio nazionale.

Le scarpette rosse – Le scarpette rosse sono state lasciate accanto ai seguenti monumenti, nelle piazze italiane: – Colosseo (Roma) – Emanuele Filiberto (Piazza San Carlo Torino) – Giulio Cesare (Porte Palatine Torino) – Cavour (nella Piazza della Biblioteca Nazionale Torino) – Ponte Vecchio (Firenze) – Piazza De Ferrari (Genova) – Piazza della Vittoria (Genova) – Piazza Matteotti, Monumento Il Cavatore (Catanzaro)

Più informazioni su