Quantcast

Lavoratori ex Lsu-Lpu in protesta alla Cittadella. Sit in organizzato dall’Usb

Occhiuto ha comunicato di avere scritto ai parlamentari calabresi e presto investirà della situazione il ministro Orlando

Più informazioni su

Sit in alla Cittadella regionale, stamani, organizzato dall’Usb per richiamare l’attenzione sulla situazione dei lavoratori ex Lsu-Lpu alla “impiegati da anni nei comuni calabresi e che chiedono solo di poter lavorare dignitosamente”. Contratti con poche ore, definiti da “fame” – hanno detto i lavoratori e i rappresentanti sindacali che hanno, altresì, posto l’accento sui mancati contributi versati. Una situazione di disagio su cui anche il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, ha comunicato di avere scritto “ai parlamentari calabresi e parlerò anche con il ministro Orlando. Nell’ultima legge di bilancio – ha aggiunto – avevamo tentato di risolvere la questione e ora confido nel fatto che con la prossima legge di bilancio finalmente questi diritti possono essere rispettati. Stiano tranquilli perché il Presidente utilizzerà’ i suoi rapporti per affrontare questo tema”.

Generico novembre 2021

Occhiuto ha poi ricordato che “a Roma avevo fatto degli emendamenti per i tirocinanti soprattutto per quelli ministeriali. Ieri ho tenuto una riunione con i tecnici della Funzione pubblica e con la dirigente regionale della scuola perché mancavano i dati del mistero dell’Istruzione. Oggi questi dati sono arrivati quindi ci sarà’ il Dpcm che consentirà a questi lavoratori, che non erano nemmeno lavoratori perché prendevano 500 euro al mese senza un contratto di lavoro, di avere un contratto per 18 mesi replicabile poi dai ministeri direttamente”.

“Io – ha concluso Occhiuto – ho due necessità rispetto al lavoro: quello di creare lavoro attraverso politiche attive attraverso lo sviluppo locale e sto preparando un grande piano di attrazione gli investimenti e sarò coadiuvato anche dal forum Ambrosetti per valorizzare per esempio la zona economica speciale”.

Più informazioni su