Quantcast

Stefano Ceci manager di Maradona fa realizzare la statua del Pibe de oro

Il manager vissuto per anni a Catanzaro è stato al fianco del Pibe de oro per 15 anni anche come amico. Oggi è festa allo stadio intitolato al campione

Tanti tifosi di Diego Armando Maradona, napoletani ma anche argentini, nonostante la pioggia si sono accalcati per ammirare da lontano il monumento al fuoriclasse posto per poche ore davanti all’impianto che porta il suo nome, nel giorno del primo anniversario della morte. Ma chi ha realizzato quel monumento celebrativo? Qualcuno a Catanzaro lo conosce bene: Stefano Ceci. Ha vissuto 15 anni accanto a Maradona come amico e manager e dopo la sua morte ha deciso di far realizzare dall’artista nolano Domenico Sepe. Prima, però, è stato necessario fare un calco della sua mano e del suo piede, ma soprattutto l’immagine di Maradona è stata scannerizzata dal suo corpo quando era ancora in vita nel 2017 per riprodurlo fedelmente. Come se Ceci avesse già in mente di realizzare un monumento post mortem del calciatore.

Oggi, però è un altro giorno e quella stessa statua farà il giro dello stadio che porta il suo nome, il primo a lui intitolato. A Napoli ci saranno tutti, sono attesi 36mila tifosi. Ci sarà il vertice del calcio italiano, gli ex azzurri che hanno condiviso con lui anni di gloria, ma anche Gianni Infantino, il numero uno della Fifa, e alle 19.30 al centro delle celebrazioni per ricordare il Pibe de Oro la statua, altezza naturale, verrà accolta da Aurelio De Laurentiis, i calciatori del Napoli, Spalletti ai bordi del campo. Una scultura di 167 centimetri che rappresenta il campione mentre gioca.

Nel giorno della cerimonia commozione al momento dell’abbraccio tra Corrado Ferlaino, l’uomo che “regalò” Maradona a Napoli e ai napoletani, e Diego Armando Maradona junior che però non presenzierà alla festa di questa sera. Ma perché il figlio del Pibe de Oro non ci sarà? Polemica e ferri corti, infatti, ci sono tra lui, le sorelle e il manager che per tanti anni ha vissuto a Catanzaro. “Ringrazio il presidente De Laurentiis – ha detto -, ho avuto una chiacchierata con lui qualche giorno fa di circa mezz’ora e ho trovato una persona splendida. Però deve capire anche noi, non possiamo essere presenti se c’è Stefano Ceci. Se lui ci tiene a noi io assicuro la mia presenza ma se c’è Stefano Ceci – in riferimento alla presenza per Napoli-Lazio – noi non saremo presenti”.