Quantcast

Adiconsum Calabria riflette sulla “ludopazzia” con gli studenti del Siciliani

Progetto promosso e finanziato dalla Regione Calabria

Più informazioni su

Il 30 novembre, presso il Liceo Scientifico “Luigi Siciliani” di Catanzaro, Adiconsum Calabria ha realizzato un’evento di sensibilizzazione nell’ambito del progetto “Ludopazzia – insieme per il gioco responsabile” promosso e finanziato dalla Regione Calabria con le risorse della L.R. 7/2018 “Progetti in favore dei consumatori”.

Tramite il progetto, l’Associazione si è posta l’obiettivo di  prevenire e contrastare il fenomeno della ludopatia e delle forme di disagio che sconvolgono la vita di persone e famiglie.

Gli studenti delle classi IV D e V B  hanno partecipato al divertente percorso ludico-esperienziale, composto da 5 tappe, proposto dagli operatori Adiconsum Calabria.

Gli oltre 40 studenti, hanno accolto con grande interesse l’iniziativa e hanno dimostrato grande curiosità sui temi del progetto.

Una serie di prove di logica e di abilità, tramite il supporto di tabelloni tematici, ha appassionato i giovani, organizzati in squadre, facendo loro capire cos’è il gioco d’azzardo patologico e quali sono le sue terribili conseguenze. Nella tappa finale del gioco, è stato chiesto agli studenti di scrivere le loro personali riflessioni sul tema e alcuni consigli da condividere con il resto degli studenti: ne è emerso che il percorso ha aumentato la loro consapevolezza sull’importanza dei valori derivanti dalle sfide sane, ma anche sull’impatto negativo che il gioco d’azzardo ha nella nostra società.

Ai partecipanti, personale docente compreso, sono stati forniti alcuni dati sul gioco d’azzardo in Calabria: sul territorio calabrese sono presenti oltre 9.000 slot machine; nel 2019 i calabresi hanno speso più in gioco d’azzardo che in beni durevoli.

“Vedere il coinvolgimento motivato e divertito da parte dei ragazzi – afferma Michele Gigliotti, Presidente di Adiconsum Calabria – è stato un segnale ricco di significato, date anche le tematiche trattate. Durante il percorso alcuni tra i giovani hanno confessato di giocare spesso al “gratta e vinci”, alle scommesse sportive o alle slot machine. Rilevare questo dato è stato per Adiconsum Calabria la conferma dell’importanza di puntare alla sensibilizzazione dei giovanissimi per evitare che cadano nel circolo vizioso della ludopatia. Grazie a questa attività di sensibilizzazione – conclude Gigliotti -, i ragazzi sono tornati in classe più consapevoli ed informati”.

Nell’ambito del progetto, è stato preparato un questionario anonimo al fine di conoscere l’impatto che il gioco d’azzardo ha tra i giovani calabresi tra i 15 e i 25 anni. Anche gli studenti del liceo sono stati invitati a compilarlo.

Alla dirigente del Liceo “Siciliani”, Filomena Rita Folino,  è stata consegnata dal presidente Gigliotti una targa in ricordo dell’iniziativa.

Sul sito www.ludopazzia.it è possibile avere maggiori informazioni sul progetto. Entro fine anno saranno pubblicati i dati emergenti dalle risposte al questionario.

Più informazioni su