Quantcast

Santa Caterina dello Jonio, screening nelle scuole, sette positivi al test rapido Covid

Il sindaco Francesco Severino comunica l'esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi

Al termine dei due giorni di screening anti Covid, organizzati dall’amministrazione comunale di Santa Caterina dello Jonio nei giorni 14 e 15 gennaio nella palestra comunale e rivolti ad alunni, docenti e personale scolastico, al fine di favorire una ripresa delle attività didattiche in sicurezza, il sindaco Francesco Severino rende noti i risultati conseguiti.

I TEST RAPIDI SOMMINISTRATI sono stati 133. Tra questi, sono state riscontrate 7 positività e come da protocollo prontamente comunicate all’Azienda Sanitaria Provinciale – Dipartimento di Prevenzione.

Alcuni di loro hanno già effettuato il tampone molecolare, che ricordiamo è l’unico strumento in ambito scientifico che effettua una diagnosi Sars-Cov2 affidabile al 100%. E per fortuna questi hanno dato esito negativo.

Nella giornata di domani, le aule dei plessi scolastici saranno sanificate e i nostri figli, a partire da lunedì, potranno riprendere in presenza e in sicurezza, le normali attività didattiche.

“Ci tengo, in questa sede – sottolinea il sindaco   a ringraziare di vero cuore i dottori Giacomo, Wilma e Nicola De Rosi per la loro disponibilità e professionalità che sempre dimostrano nell’interesse esclusivo della comunità; l’infermiera Enza Giannini per la fattiva
collaborazione e la solerzia con le quali si occupa delle positività e i tracciamenti del nostro paese presso l’Asp, contribuendo a ridurre i tempi di attesa che molte volte rappresentano un pericolo per la collettività; la giunta comunale e i consiglieri per il loro prezioso contributo, insieme al personale comunale; il Dirigente Scolastico, i docenti e tutto il personale Ata per il proficuo rapporto collaborativo instaurato; la dottoressa Teresa Caporale, il dottor Giuseppe Leto e tutta la farmacia Caporale per la generosità e il supporto.

Ai cittadini tutti  conclude Severino – il monito ad assumere un atteggiamento sempre responsabile che prevede l’utilizzo degli strumenti individuali di protezione, il distanziamento e soprattutto la vaccinazione”.