Quantcast

Omicidio Rosso, domani in aula la testimonianza di Santino Mirarchi

Durante l’udienza in Corte d’Assise ancora una volta le parole del collaboratore di giustizia

Si celebrerà domani, in Corte d’Assise, l’udienza a carico di Evangelista Russo, l’uomo accusato di essere il mandante dell’omicidio di Francesco Rosso, il macellaio barbaramente ucciso il 14 aprile del 2015 nella macelleria di famiglia.

L’udienza di domani, in cui risultano imputati anche Francesco Mauro, Gregorio e Antonio Procopio, Vincenzo Sculco e Danilo Monti, ritenuto il killer e già condannato con rito abbreviato alla pena di 17 anni di reclusione, acquista importanza rispetto alle altre perché comparirà in aula, collegato dalla località segreta in cui è detenuto, Santino Mirarchi, l’uomo al centro della vita criminale di Catanzaro e provincia degli ultimi anni e diventato collaboratore di giustizia.

Cosa dirà Santino Mirarchi e se la sua testimonianza aggiungerà qualcosa alla vicenda processuale sarà tutto da vedere, di certo la strada dell’ex ragazzo di periferia diventato organico alla criminalità organizzata continua ad essere attraversata da lunghe scie di sangue, a volte innocente, come quello di Francesco Rosso.