Quantcast

Riqualificazione ex mercato di Lido, a breve il finanziamento. Diventerà centro per le imprese

Il dirigente comunale De Marco responsabile di Agenda Urbana fa il punto della situazione. Lavori ultimati entro dicembre 2023?

Del vecchio Mercato sito nel quartiere Lido di Catanzaro si conosce la storia, quella storia che molto ha rappresentato nell’ambito cittadino, ma anche oltre. Una storia che si vorrebbe riacquistare fra quelle mura visibilmente danneggiate, poiché gli anni inesorabilmente hanno contribuito ad accrescere il deprezzamento strutturale, un’atavica situazione che finora non ha mai dato segni di nuove svolte. In realtà, qualcosa si era mosso, infatti il vecchio Mercato era stato inserito in quell’elenco di strutture cittadine bisognose di essere recuperate, ciò riguardava “Agenda Urbana”, un progetto per una strategia di sviluppo urbano partito nel 2018 (operativo dalla seconda metà del 2019) le cui dinamiche d’intervento includevano anche la riqualificazione di immobili pubblici al fine di produrre nuove opportunità sociali.

Si era dunque sperato che qualcosa potesse cambiare per lo stabile che un tempo era stato sede di quel commercio giornaliero, ritrovo di massaie e punto di riferimento di contadini che dai paesi limitrofi portavano i loro prodotti per la vendita.

Un luogo significativo per il quartiere, come del resto lo era il Mercato situato nel centro storico della città. Valenze importanti che diedero al contesto urbano non solo stabili risorse economiche, ma costituirono quella sorta di comunione popolare, insita nelle tradizioni cittadine. Il vecchio Mercato del quartiere marinaro potrebbe certamente rappresentare una “evoluzione” nell’ambito del tessuto sociale della città, ricostituendo un immobile da tempo in disuso, offrendolo nuovamente alla comunità.

Al momento, però, non si è riscontrata alcuna determinazione, almeno apparente, e proprio in virtù di ciò si è voluto interpellare il dirigente comunale responsabile del progetto, Tonino De Marco, per conoscere la situazione attuale e la sua evoluzione: ”Il mercato del quartiere Lido era stato inserito in Agenda Urbana – afferma De Marco – tuttavia ci sono voluti tre anni per far passare al Nucleo di valutazione degli investimenti pubblici della Regione il progetto per la riqualificazione della ristrutturazione.

Ora, è stato finalmente approvato e si sta aspettando la stipula “dell’addendum” alla convenzione di Agenda Urbana. Infatti, la prima convenzione di A. U., non prevedeva questo intervento poiché non delegato al Comune di Catanzaro avendone titolarità la Regione Calabria. A giorni, dunque, sottoscriveremo l’addendum alla convenzione per la definizione del progetto, ci sarà, pertanto, la possibilità di un finanziamento di seicentomila euro, ma con un vincolo di destinazione poiché avuto su una misura del Por, nello specifico la 331, che si riferisce ad interventi a sostegno delle imprese”.

“L’ex Mercato – aggiunge – sostanzialmente diventerà un centro di servizi alle imprese. Non sarà sede di “vendita” ma di una serie di iniziative a supporto delle imprese, ad esempio come “vetrina” di divulgazione, per startup di impresa, attività di marketing strategico o punto di riferimento per la creazione di sportelli informativi per la propaganda di prodotti agroalimentari o produzione tipica”.

“All’interno dello stabile – prosegue ancora – sussistono sei stalli, aree che verranno messe a disposizione delle imprese, due sale per gli uffici e una sala che potrà essere utilizzata per esposizioni, convegni, riunioni, ma anche iniziative culturali e, sebbene la “destinazione” sia diversa, la sala si presterà anche per questo tipo di eventi”. “Per quanto riguarda i tempi – conclude De Marco – come già detto, appena sarà sottoscritto l’addendum della convezione, si potrà partire con la gara di progettazione esecutiva. Pertanto, potrebbe accadere che per questa estate potrà essere effettuata la gara per i lavori e se tutto andrà come previsto, potrebbero concludersi per dicembre 2023”. Il mercato, dunque, avrà un cambiamento d’uso lontano da ciò che costituiva in passato, ma a fronte di una situazione da tempo irrisolta le alternative diventano importanti ai fini di una rigenerazione urbana. I passaggi burocratici molte volte hanno rappresentato dei punti cardine significativi, perdendosi in quelle attese che molte volte sono diventate “perenni”.

Vedere il “vecchio Mercato” nuovamente attivo, sarà per i catanzaresi come prendere una “boccata d’ossigeno”, non riferita esclusivamente al “riuso” di spazi urbani, ma per una concezione di rinnovamento che vedrà nuovi coinvolgimenti con scambi culturali, di accoglienza e di interesse.