Quantcast

Furti a cittadini e aziende: tre persone finiscono in carcere

Ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catanzaro Luciano e Cosimo Berlingieri e Luciano Passalacqua. Sette gli episodi contestati

Sono finiti in carcere con l’accusa di furto aggravato il 35enne Luciano Berlingieri, il 36enne Luciano Passalacqua e il 50enne Cosimo Berlingeri, ai quali la Polizia – squadra mobile e squadra volante– ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catanzaro.

Ai tre indagati, difesi dall’avvocato Alessio Spadafora, sono contestati complessivamente sette episodi di furto, di cui alcuni in concorso tra loro, ai danni di cittadini e di alcune ditte di Catanzaro, all’interno dei cui locali si introducevano a volto coperto scardinando le recinzioni.

In un caso sono stati rubati circa 180 litri di gasolio da due autocarri all’interno del parcheggio di una ditta; in un altro caso sono stati rubati da una struttura ricettiva cavi di rame per un valore di 8mila euro caricati e un furgone utilizzato per portare via la refurtiva, successivamente ritrovato.

Ancora accertato ai danni di un’azienda di edilizia il tentato furto di un grosso quantitativo di mattonelle, mentre un quantitativo di rame del valore di 4mila euro è stato rubato all’interno di un’azienda edile. Contestati anche i tentati furti di veicoli: due scooter Piaggio X9, una Fiat Panda 4×4.

A Luciano Passalacqua viene inoltre contestata la falsa dichiarazione della propria identità durante un controllo della Guardia di Finanza.