Petronà, lunedì riapre la guardia medica

La rassicurazione del direttore del distretto Asp di Catanzaro Maurizio Rocca

Non è caduto nel vuoto l’ accorato appello dei cittadini di Andali, Cerva e Petronà di riaprire la guardia medica dei tre paesi presilani. Poche ore fa, i vertici dell’Asp hanno comunicato che ci sono ora le condizioni per riaprire il centro di assistenza continuativa di Petronà, sito in via Rione Arenacchio e chiuso da due mesi nonostante bacino di utenza che si aggira intorno alle 5mila persone.

Appena cinque giorni fa, una petizione è stata avviata ai piedi dei monti della Sila per chiudere al Prefetto di Catanzaro e ai vertici Asp di Catanzaro  la riapertura dell’utile guardia medica: si contano già 700 adesioni. Andali, Cerva e Petronà distano 60 chilometri dall’ospedale più vicino: la guardia medica è imprescindibile per garantire una copertura sanitaria anche nelle ore notturne.