Quantcast

Erasmus Plus, l’IC Don Milano accoglie la delegazione spagnola foto

Programma dell’UE nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport

Più informazioni su

L’Istituto Comprensivo Don Milani ha ospitato una delegazione di docenti e di dirigenti scolastici spagnoli grazie al progetto “Erasmus Plus”, referente  Immacolata Veneziani; un programma dell’UE nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù, dello sport. All’interno di tale programma assumono ruoli centrali alcuni temi chiave, quali l’inclusione sociale, la sostenibilità ambientale, la transizione verso il digitale e la promozione della partecipazione alla vita democratica da parte delle generazioni più giovani.

Lo rende noto in una nota stampa l’insegnante Rosaria Aiello.

Le attività di “job-shadowing” -lavoro ombra- finalizzate all’arricchimento in campo professionale, culturale e umano dei docenti partecipanti, rappresentano un’ottima occasione per osservare il lavoro dei colleghi, costruire relazioni, scambiare esperienze ed acquisire nuove strategie di insegnamento e di valutazione.

È in questo momento di riapertura che il progetto Erasmus, coadiuvato dall’ins. di lingua straniera Annunziata Giordano, ci ha permesso di raccontare ai nostri ospiti, i luoghi e la terra che ci ha cresciuti, attraverso racconti, visite, immagini ed esperienze.

È il 28 Aprile: una bellissima giornata di sole e gli alunni della scuola Primaria plesso Fiume Neto in compagnia degli alunni di classe quinta del plesso Cava, accolgono i nostri ospiti, alla presenza del Dirigente Scolastico Prof. Cinzia Emanuela Deluca,  dell’Assessore Comunale alla Pubblica Istruzione, Dott.ssa Nuccia Carrozza, del Presidente Nazionale dell’Associazione DISAL, Dott. Ezio Delfino,  del Presidente della Regione Calabria dell’Associazione DISAL, Dott. Lorenzo Benincasa.

I protagonisti sono stati gli alunni tutti che, insieme alle loro insegnanti,  hanno donato il loro piccolo contributo. Le classi maggiormente coinvolte sono stata la prima e la quinta della scuola primaria.

Il merito di far sentire a casa i nostri ospiti, spetta ai bambini di classe prima che con un balletto dal ritmo spagnolo, hanno coinvolto tutti i presenti.

Non sono mancate le sorprese: si nota una presenza insolita. È la maschera di Catanzaro per eccellenza, Giangurgolo, magistralmente interpretata dall’attore cabarettista catanzarese Enzo Colacino, ospite nel nostro plesso per accogliere gli amici spagnoli. A vestire i panni di Giangurgolo, anche l’alunno di classe quinta, Martino Mirarchi.

Le bellezze del territorio calabrese sono state illustrate dagli alunni attraverso semplici spiegazioni, servendosi di cartine geografiche e improvvisando così una divertente lezione di geografia, conclusasi con l’ omaggio di un dipinto raffigurante la storica località turistica “Le Castella”, itinerario pomeridiano dei nostri ospiti, guidato dalla coinvolgente professionalità  della Dott.ssa Sandra Giglio, Presidente dell’Associazione Culturale “Leonardo da Vinci”.

Musica, balletti e specialità calabresi hanno allietato la mattinata, coinvolgendo docenti, alunni  e personale tutto.

Un sentito ringraziamento ai docenti, alle responsabili di plesso ins. Elena Losito e ins. Carmela Costa , ai collaboratori e ai genitori tutti che hanno permesso l’organizzazione minuziosa della manifestazione.

Il doveroso ringraziamento è rivolto alla nostra Dirigente Scolastica Prof. Cinzia Emanuela Deluca che, con la sua visione di “cittadina del mondo”, ci ha proiettati in questa speciale realtà.

Trascorrere del tempo in un altro Paese, per studiare, imparare e lavorare, dovrebbe diventare una regola, anzi dovrebbe diventare LA regola.

 

Più informazioni su