Quantcast

Ramadan, i ringraziamenti dell’associazione musulmana “Dar Assalam”

"Dimostrata grande sensibilità e profondo rispetto verso il prossimo"

Più informazioni su

Durante il mese di Ramadan si esegue il digiuno dal cibo, da ogni cosa materiale, dall’alba al tramonto, si mantiene un buon comportamento, aiutando il prossimo ed astenendosi da cattivi pensieri e giudizi, si prega molto di più, oltre alle cinque preghiere obbligatorie, si esegue una preghiera serale che può protrarsi per tutta la notte. Tutto questo per avvicinarsi di più a Dio e per purificare il proprio corpo ed il proprio spirito.

2Con Eid al Fitr si celebra il completamento del mese di Ramadan, un mese, appunto, di digiuno ed espiazione per tutti i musulmani del mondo. Questa è una delle due feste presenti nell’Islam. L’altra, Eid al Adha, la festa del sacrificio, si tiene alla fine del periodo del Pellegrinaggio a La Mecca e ricorda il sacrificio di Abramo, questa festa sarà, più o meno, se Dio vorrà, tra 65/70 giorni”.

“Quest’anno la fine del mese di Ramadan è avvenuto con il tramonto di ieri che, ha dato inizio, al mese successivo, il mese di Shawwal. Stamattina in tutto il mondo è stata celebrata la preghiera rituale dell’ Eid al Fitr, una preghiera di gruppo che, solitamente, si svolge nelle piazze e nei luoghi più ampi, all’aperto, per poter accogliere un maggior numero di fedeli”. Lo spiega, in una nota, l’associazione Musulmana di Catanzaro “Dar Assalam”.

“Ramadan, è un mese lunare ed è per questo che, sia il mese di digiuno, appunto, di Ramadan, che, di conseguenza, Eid al Fitr, non si svolgono sempre nella stessa data del calendario solare, bensì, ogni anno, le date, vengono anticipate di alcuni giorni.

Si può capire l’importanza di questa festa dal fatto che bisogna aver fatto l’abluzione totale ed indossato il miglior vestito.
Il mese di Ramadan, mese in cui il Corano fu rivelato per la prima volta al profeta Muhammad (pbsl), sigillo della profezia, è il mese in cui, i musulmani, celebrano l’ Eid, per mostrare gratitudine a Dio, per aver permesso loro, di adempiere all’obbligo del digiuno in un mese che, i musulmani, considerano migliore di 1.000 mesi”.

“L’associazione Musulmana di Catanzaro “Dar Assalam” ringrazia tutti coloro i quali hanno partecipato alla celebrazione e tutti i non Musulmani che, con grande affetto, ci hanno fatto e ci fanno gli auguri, dimostrando grande sensibilità e profondo rispetto verso il prossimo”.

 

Più informazioni su