Quantcast

Gratteri sotto attacco delle ‘ndrine, le reazioni

Il presidente della commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni: "Dobbiamo dargli pieno sostegno ed essergli grati"

Più informazioni su

Nicola Gratteri è di nuovo sotto attacco delle ‘ndrine alle quali dà una caccia spietata in nome della legalità: dobbiamo dargli pieno sostegno ed essergli grati per il grande lavoro che porta avanti da infaticabile servitore dello Stato”. Così il presidente della commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni.

“Siamo vicini e solidali al procuratore Nicola Gratteri, oggetto di gravissime minacce da parte dei potenti clan calabresi. Purtroppo non è la prima volta che il dottor Gratteri è esposto a pericoli mortali, dopo una vita spesa nell’impegno e sotto protezione. L’Italia deve molto a Gratteri, grazie per la sua abnegazione a difesa della legalità e dello Stato”. Lo afferma in una nota Elisa Scutellà, deputata calabrese del M5s.

“Le notizie riportate dal Fatto Quotidiano circa le minacce rivolte dalla ‘ndrangheta al procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri destano forte preoccupazione”. Lo dice il presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo Mancuso, che aggiunge: “Sicuro che non si stia trascurando nulla per garantirgli la massima protezione, esprimo la solidarietà mia e dell’Istituzione che rappresento ad un uno dei maggiori protagonisti del contrasto alla criminalità organizzata”.

“Le notizie riportate dalla stampa e non smentite dal Procuratore Nicola Gratteri sono di una gravità inaudita e dimostrano, ancora una volta, di come la ‘ndrangheta sia sempre pericolosissima. Un tentativo di alzare il tiro e colpire il più prestigioso paladino alla lotta contro le mafie. La valenza del Procuratore Gratteri è ormai riconosciuta in tutto il mondo per le sue coraggiose battaglie nei confronti dei clan e del traffico internazionale di stupefacenti”. Lo afferma il commissario regionale della Lega in Calabria Giacomo Francesco Saccomanno.

“Sin dai primi anni, appena superato l’esame per essere immesso in magistratura – prosegue – ha dato la sua vita per combattere, senza se e senza ma, la criminalità organizzata e qualsiasi altra condotta illecita, venendo a scoprire intrecci impensabili. Una vita blindata che ha accettato con spirito di sacrificio avendo nel profondo del suo cuore questa indispensabile lotta, anche a livello internazionale, per la liberazione della Calabria e dell’intero mondo da un sistema di lobby di potere e di controllo illecito del territorio. Le importanti indagini, portate avanti con coraggio e dedizione, hanno, nel tempo, consentito di scoprire situazioni incredibili che hanno dimostrato di come le mafie si siano integrate con pezzi dello Stato e della politica. A Nicola Gratteri il più ampio sostegno, la più sentita solidarietà, il più pieno appoggi che non possono, però, limitarsi a sole affermazioni di rito, ma devono, invece, declinare poi in fatti concreti. La politica tutta deve interrogarsi su cosa stia succedendo e fornire al procuratore Gratteri tutti quegli strumenti necessari per poter portare avanti una battaglia di civiltà e giustizia che non può, assolutamente, arretrare di un solo millimetro. La Lega ha sempre lottato per la legalità, è stata sempre accanto ai magistrati valorosi, ha sempre sostenuto coloro che hanno a cuore la liberazione della Nazione da condizionamenti criminali, lasciando agli altri i proclami sterili e senza costrutto. Sarà, pertanto, sempre accanto a Nicola Gratteri nella battaglia che sta portando avanti e che sono indispensabili per la Calabria e per l’Italia intera”.

«Desta profonda preoccupazione e inquietudine il nuovo allarme in ordine alla sicurezza del procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, rimbalzato sui media nazionali e, adesso, oggetto di indagine da parte delle Istituzioni preposte».

Il Partito Democratico della Calabria esprime la propria vicinanza al procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, dopo la diffusione di notizie in ordine ad un possibile attentato a suo danno.

«Il Procuratore Gratteri senta la vicinanza di tutta la Comunità calabrese, per la quale si è speso senza sosta negli ultimi anni, delle Istituzioni e della politica che sono al suo fianco anche in questo difficile momento. Siano svolti tutti gli opportuni approfondimenti – la posizione del Pd della Calabria – e si mettano in atto tutte le necessarie precauzioni. Per il resto siamo certi che Gratteri proseguirà, come sempre ha fatto, il suo indispensabile lavoro per la Calabria e per il Paese».

“Quanto i nostri servizi di intelligence hanno fatto emergere riguardo a un piano per attentare alla vita del Procuratore Nicola Gratteri è preoccupante e agghiacciante. Esprimo la mia totale solidarietà al Procuratore Gratteri chiedendo maggiore protezione e ringrazio il comparto intelligence per il lavoro che ogni giorno svolge anche per tutelare l’incolumità di chi lavora per sconfiggere uno dei mali della nostra terra: la ‘ndrangheta.” Lo afferma la senatrice di Forza Italia Fulvia Michela Caligiuri in una nota.

“Solidarietà e vicinanza  a nome del Partito Democratico esprimo al procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, al cui fianco continueremo ad essere per il ripristino della cultura della legalità in Calabria. Quanto riportato dal Fatto Quotidiano è grave ed allarmante, merita approfondimento. Il prezioso impegno del Procuratore contro le organizzazioni mafiose, lo ha già sottoposto in passato a gravi minacce ed attentati, dirette non solo a lui, ma anche ai suoi familiari, con conseguente potenziamento della scorta, ma il suo contributo verso la costruzione di una Calabria migliore non si è mai fermato. A lui vanno la stima e la gratitudine della Calabria buona ed onesta, la Calabria che ha il senso del dovere e dello Stato. Solo pochi giorni fa Gratteri sarebbe potuto diventare Procuratore Nazionale Antimafia. Un’occasione mancata per tutto il Paese”. E’ quanto si legge nella nota di Giusy Iemma, presidente Assemblea Regionale PD.

“A Nicola Gratteri esprimo lasolidarietà e la vicinanza mia personale e di tutta la Cgil”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dopo la notizia sul possibile attentato al procuratore di Catanzaro da parte delle cosche che fanno capo alla ndrangheta. “Da sempre – prosegue il leader della Cgil – portiamo avanti la battaglia di legalità contro le infiltrazioni mafiose che minano i rapporti sociali e producono sfruttamento. In molti processi di mafia ci siamo costituiti parte civile e continueremo a farlo per dare il nostro contributo alla ricerca della verità e alla giustizia”.

“Le notizie che stanno arrivando in queste ore – aggiunge Landini – evidenziano la necessità e l’urgenza di una lotta continua e costante nei confronti della criminalità organizzata. Nella consapevolezza di quanto sia importante la risposta comune delle istituzioni, delle organizzazioni sociali, della società civile”.

“Al procuratore Gratteri – conclude il segretario della Cgil – vanno i nostri ringraziamenti per il lavoro fin qui svolto e l’invito a continuare, perché abbiamo bisogno di persone come lui. Naturalmente la nostra vicinanza e i nostri ringraziamenti vanno anche a tutti gli operatori delle forze dell’ordine impiegati nella difficile attività di scorta e sorveglianza a difesa di chi opera per la giustizia”.

“Ho appreso con sgomento e preoccupazione che un’organizzazione criminale stava progettando un attentato alla vita di Nicola Gratteri, magistrato integerrimo che da sempre col suo valore e le sue azioni è una spina nel fianco di tutte le cosche che su tutto il territorio calabrese operano con azioni criminali. Un esempio di come un servitore dello Stato non abbassa mai la testa, serve le Istituzioni a qualunque costo. Nicola Gratteri, insieme a tantissimi altri,  rappresenta la parte migliore della Calabria e lotta ogni giorno per debellare questa bellissima terra dal giogo della criminalità organizzata. Voglio esprimere la mia solidarietà personale a lui e alla sua famiglia che sta vivendo ore drammatiche dopo aver saputo la notizia. Dobbiamo stringerci tutti intorno a lui e non mollare mai. Ognuno di noi deve continuare a fare la sua parte, solo così libereremo la nostra terra da questa piaga”. Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale.

La notizia di un possibile attentato al Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri è un fatto grave ed inquietante. A Gratteri va tutta la solidarietà e la vicinanza della Cisl”. Così il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, dopo la notizia sul possibile attentato al procuratore di Catanzaro da parte delle cosche che fanno capo alla ‘ndrangheta. “Non bisogna avere tentennamenti nella lotta alle mafie ed alla criminalità organizzata. La Cisl è in prima linea per sostenere il lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine nei territori denunciando ogni forma di illegalità. Non esiste sviluppo e lavoro senza una forte battaglia per la legalità, contro la corruzione e le infiltrazioni delle cosche nella vita pubblica”.

 

Più informazioni su