Quantcast

Sersale dice no al bullismo

E’ la nuova mission della locale Pro-loco, rappresentata dal presidente Alessandro Galeano

Parlare sovente di bullismo e cyberbullismo senza minimizzarne le esiziali conseguenze sia per chi subisce, sia per chi fa. E anche per chi vede fare e non fa nulla.

E’ la nuova mission della locale Pro-loco, rappresentata dal presidente Alessandro Galeano. Il sodalizio sersalese ha promosso, in sinergia con l’Istituto comprensivo “Giuseppe Bianco” di Sersale, dirigente scolastica Maria Brutto, diversi incontri di sensibilizzazione nelle scuole contro ogni forma di bullismo. Le iniziative, organizzate, in presenza, dai componenti del segretariato sociale della Pro-loco, vedranno, nella giornate di martedì 10 e giovedì 12 maggio, come interlocutori privilegiati i discenti delle classi prime di Sersale e della classe prima e seconda classe di Zagarise: sempre allievi della scuola secondaria di primo grado.

“Se è vero che le condotte aggressive sono da sempre al centro delle preoccupazioni di genitori, insegnanti e pedagogisti, il vissuto di svalutazione e la violazione dell’integrità fisica e psicologica che la vittima subisce non destano le medesime preoccupazioni… bisogna agire sulle dinamiche relazionali attraverso attività conoscitive” si legge nella premessa del progetto messo nero su bianco dall’associazione sersalese che si avvale delle competenze certificate di esperti in materia.
Non di soli aspetti ricreativi si occupa la Pro-loco di Sersale.