Quantcast

Niente indennità di rischio: 5 infermieri del Policlinico diffidano Azienda Mater Domini

Nella diffida si legge che nonostante siano stati sottoposti a visita medica per radioprotezione non gli è stata riconosciuta l’indennità di rischio radiologico

Cinque infermieri del Policlinico di Germaneto hanno diffidato l’Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini di Catanzaro a riconoscere loro l’indennità di cui all’art. 1, comma 2, L. 460/1988 spettante ai medici, tecnici di radiologia e agli infermieri che, nello svolgimento delle mansioni lavorative, vengano esposti al rischio radiologico.

Nella diffida si legge che nonostante “la datrice di lavoro abbia più volte sottoposto i cinque infermieri a visita medica per radioprotezione, li abbia dotati del dosimetro personale e abbia concesso loro il congedo ordinario aggiuntivo di cui all’art. 5 L. 724/1994, a tutt’oggi, non ha inspiegabilmente riconosciuto ai lavoratori l’indennità di rischio radiologico prevista dalla legge”.

I cinque lavoratori hanno, pertanto, diffidato, per tramite dell’avv. Paolo Pitaro, l’A.o.u. Mater Domini ad attivarsi immediatamente e a riconoscere loro l’indennità di cui alla L. 460/1988 e hanno contestualmente chiesto all’Ispettorato territoriale del lavoro di Catanzaro di svolgere le opportune verifiche e convocare la datrice di lavoro per l’espletamento del tentativo di conciliazione.
Della questione è stato, altresì, interessato il Commissario ad Acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria, On.le Roberto Occhiuto, affinché, per quanto di propria competenza, adotti i necessari atti per porre fine alla vicenda e riconoscere ai lavoratori l’indennità di rischio radiologico prescritta dalla legge.