Quantcast

Dal Parlamento olandese per conoscere il sistema giudiziario italiano

La visita di Ulysse Ellian si concluderà oggi a Gioia Tauro

Si terrà, dal 25 al 27 maggio, la visita in Italia di un membro del parlamento olandese, Ulysse Ellian. La visita è finalizzata a raccogliere informazioni sulle dinamiche di funzionamento del sistema giudiziario, investigativo e carcerario italiano nella lotta alla criminalità organizzata di stampo mafioso, soprattutto sotto il profilo patrimoniale. Le informazioni acquisiti saranno, quindi, sottoposte  all’attenzione del Ministero della Giustizia e della Sicurezza del proprio Paese.

Il parlamentare è accompagnato da John Van Den Heuvel, giornalista del quotidiano olandese “De Telegraaf”, cronista televisivo, noto per le sue inchieste orientate principalmente su traffici di droga e criminalità organizzata, che effettuerà interviste e riprese video.

La delegazione estera, dopo la tappa romana, è arrivata in Calabria e, più precisamente, all’aula “bunker” di Lamezia Terme dove ha assistito ad un’udienza del processo “Rinascita Scott” incontrando, anche,  i magistrati della Procura di Catanzaro impegnati in prima linea nelle investigazioni sulla ‘ndrangheta. La visita è, quindi, proseguita a “Villa Wanda”, immobile confiscato alla ‘ndrangheta e affidato, dal 2016, al Centro Calabrese di Solidarietà, dove sono attualmente ospitati giovani che hanno vinto la battaglia contro le dipendenze da droga e alcol e hanno iniziato un percorso di inserimento nella società civile attraverso il lavoro.

A seguire, la delegazione si è spostata presso il Comando Regionale della Guardia di Finanza di Catanzaro; e li è stata ricevuta dal Comandante Regionale, Generale di Brigata Guido Mario Geremia; per seguire un briefing caratterizzato dalle principali operazioni di servizio portate a termine dai militari del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata (G.I.C.O) del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catanzaro, in prima linea nel contrasto al narcotraffico internazionale e alle più agguerrite consorterie mafiose, anche nell’ottica di una costante aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati.

La delegazione concluderà, oggi, la sua visita a Gioia Tauro, dove sarà accolta dal Comandante e dal personale del locale Gruppo della Guardia di Finanza che illustreranno le tecniche di indagine adottate, in ambito portuale, nel contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.