Quantcast

Aggressione davanti ad un locale di Lido, tutti giovani e tutti Rom i presunti responsabili

L’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura ha individuato 8 persone di cui 3 minorenni

Più informazioni su

Era stato in ordine di tempo l’episodio più cruento legato alla movida nel quartiere marinaro. Nell’immediato nessuno aveva denunciato, pur essendo in tanti quelli che avevano visto. Poi qualche giorno dopo i riscontri da parte dei poliziotti dell’Upg – Sp agli ordini del vicequestore Giacomo Cimarrusti della questura di Catanzaro guidata da Maurizio Agricola.

E così, un mese dopo, è stato possibile dare nomi e volti ai protagonisti in negativo della violenta aggressione avvenuta lo scorso 10 aprile nel quartiere marinaro. Otto persone, tutte appartenenti alla comunità rom di cui 3 minorenni. I motivi dell’aggressione alla vittima sono chiaramente futili. Un apprezzamento di troppo ad una ragazza. Quel che colpisce però in questa storia è il fatto che al loro arrivo sul posto i poliziotti della Squadra Volante non abbiano trovato nessuno disposto a raccontare.

Cinghie e sedie contro gli avventori di un locale. Ennesima notte di follia a Lido

Non hanno mollato la presa le forze dell’ordine e hanno comunque individuato i presunti responsabili, ma l’omertà resta il terreno fertile su cui questi episodi, figli di una regia o meno, continuano a maturare in una città in cui il governo dei quartieri periferici è stato totalmente delegato, da parte della politica e dell’amministrazione, alle sole forze dell’ordine, lasciate sole a contrastare alcuni fenomeni.

Più informazioni su