Maida, sportello di ascolto e la lingua “Lis” con Anget

Si è concluso il secondo anno del progetto

Più informazioni su

L’Associazione d’Arma Esercito Anget (Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia) con la Fanfara sempre presente cerca e trova spesso il dialogo con le nuove generazioni.

Anche quest’anno si è concluso il secondo anno del progetto che l’Associazione Anget con sede a Vena di Maida, porta nelle scuole interagendo con insegnanti e alunni della scuola primaria attraverso un collage di emozioni ludico-ricreativi, educazione civica militare, sportello di ascolto e la lingua “Lis”.

Tutto ciò con un team esperto di assistenti sociali e psicologi (Laura Dattilo e Elisabetta Cerminara). Ad ogni fine percorso scolastico  i bambini preparano le recite di fine anno  che sono improntate sui temi di attualità che durante il percorso scolastico insieme all’Anget colpiscono di più.

Quest’anno a scuola a Vena la recita è stata  sulla multiculturalità e i bimbi si sono esibiti in un mini concerto in lis con canti sulla pace, l’amore, la fede e un canto con la parola “grazie” per le loro insegnanti. A Maida è emerso il tema sulla legalità e il Tenente comm. della Cri, Gaetano Rocco Faga, nonché Presidente Fanfara dell’Associazione d’arma Anget, ha voluto fortemente portare in scena proprio il tema della legalità insegnando ai ragazzi come si marcia sulle note della parata d’Eroi e quali sono i valori fondamentali di giustizia, verità e  legalità. A fare da cornice in questa giornata è intervenuta un ospite d’onore, l’avvocato Roberta Neri, esperta in diritto civile, che ha parlato ai ragazzi sulle problematiche giovanili inerenti proprio alla legalità non legalizzata.

“Un grazie va alle splendide maestre che hanno collaborato alla realizzazione di tutto ciò. E al dirigente scolastico  Giuseppe De Vita il quale ci ha permesso di realizzarlo. Tutto si è concluso con i canti in Lis, lingua dei segni, che i ragazzi adorano e imparano per socializzare con  i suoni del silenzio, diretti da Stella Mezzatesta consigliera regionale della Fanfara Anget.

Un arrivederci a scuola a settembre ai piccoli eroi”, si legge in una nota stampa dell’ associazione Anget, sodalizio che punta sulla prevenzione per diffondere la cultura della legalità tra le nuove generazioni.

Più informazioni su