Il cordoglio del dottor Giuseppe Raiola per la scomparsa dell’amico Pino Iannello

"Autentico interprete del puro, altruista, generoso e disinteressato spirito lionistico”

Più informazioni su

Quando una persona straordinaria come Pino Iannello va via, lasciandoci soli nel nostro percorso terreno, dopo l’intensa condivisione umana di pagine importanti di storia personale e professionale, le parole non bastano. E non servono, per descrivere il dolore della perdita. Il vuoto enorme che sentiamo in questo momento, mentre lo immaginiamo già sorridere altrove, si riempie solo della dolcezza dei ricordi delle battaglie, dei progetti, dei valori condivisi e della gratitudine per avere avuto al fianco quest’uomo buono e generoso”.

E’ quanto afferma il dottor Giuseppe Raiola, direttore SOC Pediatria dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, presidente del Comitato regionale Unicef e dell’associazione Acsa&Ste, commosso per la scomparsa di Pino Iannello, già presidente dell’Ordine degli avvocati scomparso ieri sera, ha condiviso anche il percorso lionistico. “Pino Iannello è stato un uomo di grandi qualità: professionista serio e retto, sempre positivo ed energico nell’affrontare battaglie, nel costruire progetti da mettere al servizio della collettività. Ironico, colto ma nello stesso tempo alla mano, sempre pronto a costruire ponti per abbattere muri. Voglio solo ricordare – ha aggiunto Raiola – uno dei tanti premi di cui è stato insignito, il “Premio Lions”, con la seguente motivazione “uomo buono e giusto. Autentico interprete del puro, altruista, generoso e disinteressato spirito lionistico”. Un riconoscimento prestigioso dato ai calabresi che hanno conseguito fama e notorietà in campo nazionale e internazionale, conferendo lustro e prestigio alla Calabria. Con la scomparsa di Iannello la nostra terra perde una risorsa umana straordinaria, e io perdo un grande amico. Il mio più affettuoso pensiero e la mia sincera vicinanza a tutta la sua famiglia”.

Più informazioni su