Marcedusa, cultura e socializzazione nell’estate marcedusana foto

Tanti gli eventi organizzati nel piccolo borgo: dallo sport che fa inclusione e socializzazione all'arte che coinvolge sempre tutti

Marcedusa si riappropria di ciò che aveva perso di vista dopo restrizioni per la pandemia: spazi di protagonismo sociale. Cala il sipario sul cartellone delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale, primo cittadino Domenico Garofalo, sul tema “Marcedusa estate insieme 2022”. La finalità è stata quella di mettere insieme residenti, emigrati e turisti intorno alle tante peculiarità del piccolo borgo di origine arbereshe.

Gli eventi sono stati tanti e anche molto partecipati. E con un denominatore comune: la cultura. C’è stato spazio per la musica, l’intrattenimento e per l’enogastronomia nei caratteristici vicoli del centro storico. Ha fatto proseliti anche un’interessante mostra d’arte identitaria curata da Ermanzia Talarico con l’obiettivo di fare memoria. Fiore all’occhiello dell’estate marcedusana si registra alla voce sport con il recupero di una struttura danneggiata dalle intemperie e ora recuperata, ristrutturata e resa fruibile ai tanti bambini e ragazzi che si sono cimentati con avvincenti tornei di calcio. Ecco lo sport che fa inclusione e socializzazione.

Marcedusa estate insieme 2022

L’epilogo delle manifestazioni c’è stato ieri, venerdì 12 agosto 2022, con un flash mob vicino al bellissimo e molto apprezzato murale “ L’abbraccio” dell’artista internazionale Massimo Sirelli. E’ stato un gesto ideale di fratellanza verso il mondo intero in un momento non semplice per via di guerre e virus pandemici. Un elogio alla pace e al cosmopolitismo molto simbolico e significativo, a cui hanno preso parte tanti turisti e diversi emigrati americani, argentini e canadesi, giunti a Marcedusa per rivedere il paese delle origini.
Cultura, arte, musica, flash mob e sport: Marcedusa non difetta di idee e ideali.