Quantcast

Le notizie dal territorio

Informazione Pubblicitaria

Bonus tv, rottamare i vecchi prodotti è più conveniente

Dal momento in cui ha cominciato a diffondersi la pandemia e il virus ha circolato pian piano senza alcun freno, è chiaro che tante persone si sono ritrovate a rimanere chiuse in casa, soprattutto per via dei lockdown, alla ricerca di qualche attività con cui passare il tempo.

Basti pensare ai pensionati e agli anziani, in cui nella maggior parte dei casi il televisore rappresenta un apparecchio fondamentale per garantire un po’ di svago nel corso della vita di tutti i giorni. Ebbene, durante la pandemia, il Governo ha deciso di stanziare una serie di bonus che s riferiscono ai cittadini, con l’intento di andare a stimolare il più possibile l’economia che, come si può facilmente intuire, necessitava di una certa spinta.

Anche in virtù del processo di transizione che porta all’adeguamento ai nuovi standard dal punto di vista della trasmissione, è chiaro che la previsione di un nuovo bonus tv si è resa decisamente ovvia.

A partire dal 30 giugno del prossimo anno, infatti, la ricezione dei vari programmI trasmessi in tv sarà possibile solo da parte di coloro che sfruttano degli apparecchi televisivi denominati di ultima generazione. Quindi, gran parte dei cittadini, in modo particolare quelli più anziani e che non sono certo soliti cambiare il televisore molto di frequente, sarà necessario provvedere all’adeguamento del vecchio display con uno specifico decoder.

In cosa consiste il bonus

Il bonus tv di cui stiamo parlando prevede uno sconto pari al 20% che deve essere applicato sul prezzo di acquisto di un nuovo apparecchio. Si può arrivare fino a uno sconto massimo pari a 100 euro per ogni tv acquistata.

Per poter ricevere questo vantaggioso sconto, è sufficiente riportare al negozio, dove si porta a termine la transazione per l’acquisto di una nuova tv, il vecchio apparecchio, ma solo ed esclusivamente a patto che venga rispettata una condizione, ovvero che quest’ultimo sia stato acquistato prima della data del 22 dicembre 2018.

Sarà compito successivamente del rivenditore procedere con lo smaltimento del vecchio televisore: a suo beneficio, è previsto un credito fiscale dello stesso importo dello sconto che viene messo a disposizione della clientela.

Il bonus, questo aspetto è decisamente interessante, si potrà ottenere anche nel caso in cui il vecchio televisore venga portato direttamente dal consumatore presso un’isola ecologica autorizzata allo smaltimento. Sarà sufficiente aver provveduto alla firma di uno specifico modulo, che funge in pratica da certificazione del fatto che il prodotto sia stato effettivamente consegnato all’isola ecologica.

L’ISEE non avrà rilevanza: ecco quali sono i tre requisiti da rispettare

In confronto ai tanti altri bonus che sono stati introdotti da parte del Governo nel corso degli ultimi mesi, bisogna certamente mettere in evidenza un aspetto che si riferisce al bonus tv. Ovvero, che non avrà alcun tipo di rilevanza l’ISEE. Infatti, questo nuovo bonus è dedicato a tutta la popolazione italiana, a patto che vengano rispettati tre requisiti in via principale.

Il primo requisito corrisponde al fatto di avere la residenza sul territorio italiano, mentre il secondo requisito è strettamente correlato al fatto di aver provveduto ad effettuare la rottamazione di un vecchio televisore. Infine, il terzo e ultimo requisito è quello relativo al pagamento del canone Rai. Detto questo, è ancora più interessante evidenziare come anche tutti coloro che sono esonerati rispetto al pagamento del canone Rai, come ad esempio i cittadini che hanno già compiuto 75 anni, avranno la possibilità di mettere le mani sul bonus tv. Ad ogni modo, non tutte le tv dovranno essere sostituite per colpa dell’adeguamento a questi nuovi standard di trasmissione: prima di effettuare qualsiasi vendita, è bene verificare la compatibilità, semplicemente collegandosi al portale nuovatvdigitale.mise.gov.it e seguire i passaggi ivi previsti.

Fonte: subito.news

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Catanzaro Informa, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.